Festival di Sanremo 2022: la scaletta e il racconto della diretta della finale della kermesse condotta per la terza volta da Amadeus.

Si conclude l’avventura del Festival di Sanremo 2022, 72esima edizione della kermesse dedicata alla canzone italiana. Per la terza volta consecutiva condotto, diretto e presentato da Amadeus, il Festival è tornato dopo il grande successo del 2020 e del 2021, edizione storica non solo per motivi piacevoli, come il trionfo dei Maneskin, ma anche per il ricordo desolante dell’Ariston vuoto. Stavolta il pubblico c’è stato, è stato presente e si è goduto uno spettacolo di alto livello. Scopriamo insieme cosa è successo questa serata finale di Sanremo.

Sanremo 2022: il programma e la il racconto della finale

Ad accompagnare Amadeus in questa finalissima c’è un’attrice tra le più amate dal pubblico, Sabrina Ferilli, spumeggiante fin dalla conferenza stampa del pomeriggio.

Amadeus
Amadeus

Grandi ospiti musicali, per continuare al meglio la kermesse. In questa serata ci sarà, su tutti, il grande Marco Mengoni. Ma interverranno sul palco anche Orietta Berti e Rovazzi, la banda della Guardia di Finanza e tanti altri.

Questa la scaletta del gran finale di Sanremo 2022:

  1. Matteo Romano
  2. Giusy Ferreri
  3. Rkomi
  4. Iva Zanicchi
  5. Aka 7even
  6. Massimo Ranieri
  7. Noemi
  8. Fabrizio Moro
  9. Dargen D’Amico
  10. Elisa
  11. Irama
  12. Michele Bravi
  13. La Rappresentante di Lista
  14. Emma
  15. Mahmood e Blanco
  16. Highsnob e Hu
  17. Sangiovanni
  18. Gianni Morandi
  19. Ditonellapiaga e Rettore
  20. Yuman
  21. Achille Lauro
  22. Ana Mena
  23. Tananai
  24. Giovanni Truppi
  25. Le Vibrazioni
Irama
Irama

Il racconto della finale di Sanremo 2022

Da buona competizione nazionalpopolare, la serata si apre con l’Inno di Mameli, suonato con grande professionalità dalla banda della Guardia di Finanza. Dopo aver riepilogato la classifica e il metodo di voto, Amadeus presenta sul palco il primo concorrente: Matteo Romano con Virale. La seconda a salire sul palco è Giusy Ferreri, che canta per l’ultima volta all’Ariston il brano Miele. E quindi, senza pausa, arriva il momento anche di Rkomi e della sua Insuperabile.

Una partenza sprint, intervallata dall’ingresso sul palco della madrina di questa finale: Sabrina Ferilli. Qualche battuta con Amadeus e poi si ricomincia con la gara. Arriva il momento di Iva Zanicchi e della sua Voglio amarti. Ancora pioggia di applausi per l’Aquila di Ligonchio. A seguire, si presenta sul palco un artista giovane e amato dai giovani, Aka 7even con la sua Perfetta così. Da un napoletano all’altro, il sesto a cantre è Massimo Ranieri, che torna a cantare Lettera di là dal mare.

Settima artista a salire sul palco è Noemi con Ti amo non lo so dire. Ottavo Fabrizio Moro, con la sua ballata Sei tu, entrata nel cuore dei suoi fan. E si passa quindi alla dance ironica di Dargen D’Amico, che urla la sua virale Dove si balla. Momento di pausa per un monologo, che non è un vero monologo, della simpaticissima Sabrina Ferilli, e si riparte con una delle favorite, Elisa con O forse sei tu. Grande emozione per la cantante di Monfalcone, che regala anche punti ai suoi fan del FantaSanremo. Si passa quindi a Irama, tornato sul palco con la sua Ovunque sarai.

Breve interruzione per la musica. Sul palco salgono le Farfalle, medaglia di bronzo alle ultime Olimpiadi nella ginnastica ritmica. La loro è un’esibizione promozionale per festeggiare il World Nutella Day. E si torna alla gara con Michele Bravi, elegantissimo per la sua Inverno dei fiori. Al termine dell’esibizione, anche per questioni fantasanremistiche, il cantautore umbro porge dei il bouquet di fiori a Mara Venier.

Tredicesimi in questa scaletta, arrivano sul palco i ragazzi de La Rappresentante di Lista, sempre scenografici nel loro outfit. La canzone interpretata è Ciao ciao. Si prosegue con Emma che canta Ogni volta è così. La sua esibizione scalda l’atmosfera prima dell’arrivo sul palco, con due sgargianti biciclette, dei super favoriti Mahmood e Blanco per la loro Brividi. Un’esibizione quasi perfetta la loro, seguita dal ritorno sul palco di Highsnob e Hu con Abbi cura di te.

Arriva quindi il momento di un’altra pausa. Dopo un breve dialogo sul diritto di parola e il dovere di non ledere la dignità altrui, sale sul palco Marco Mangoni, che ripropone L’essenziale, il brano con cui ha vinto il Festival nel 2013. Una grande emozione, che fa da preludio al ritorno sul palco di Sangiovanni per la sua Farfalle, preceduta da uno scherzo ad Amadeus: il cantante, tifoso del Milan, appoggia sulle spalle del conduttore, interista doc, una sciarpa rossonera nel giorno del derby vinto 2-1 dalla squadra di Pioli. E quindi torna sul palco il vincitore della serata delle cover, Gianni Morandi, che ripropone la sua Apri tutte le porte.

L’ennesima carica di energia, prima di un ricordo molto toccante per Lucio Dalla, un cantautore immenso, scomparso dieci anni fa. Dopo l’esibizione di Ditonellapiaga e Rettore con Chimica, si torna sulla Costa Toscana per un duetto tra Rovazzi e Orietta Berti. La gara prosegue quindi con Yuman e la sua Ora e qui, e poi con Domenica di Achille Lauro e l’Harlem Gospel Choir. Una serie di canzoni che viene interrotta da un altro doveroso omaggio, quello alla straordinaria Raffaella Carrà, scomparsa pochi mesi fa. L’occasione anche per promuovere il musical ispirato alle sue canzoni.

Dopo un breve momento di pausa, si torna alla gara con la ventiduesima cantante, Ana Mena. La giovane artista spagnola ripresenta Duecentomila ore. Il ventitreesimo ad esibirsi è Tananai, altro artista in fondo alla classifica prima di questa sera. La sua canzone è Sesso occasionale. Penultimo a salire sul palco è il cantautore partenopeo Giovanni Truppi, che presenta di nuovo la sua canzone, Tuo padre, mia madre, Lucia. E a chiudere la grande avventura di questo Festival sono Le Vibrazioni con Tantissimo.

In attesa di conoscere la classifica definitiva dalla 25esima alla quarta posizione, torna sul palco Marco Mengoni, per presentare il suo ultimo singolo, Mi fiderò. Una bel diversivo, ma arriva il momento della classifica:

25 – Tananai
24 – Ana Mena
23 – Giusy Ferreri
22 – Le Vibrazioni
21 – Yuman
20 – Highsnob e Hu
19 – Giovanni Truppi
18 – Iva Zanicchi
17 – Rkomi
16 – Ditonellapiaga e Rettore
15 – Noemi
14 – Achille Lauro
13 – Aka 7even
12 – Fabrizio Moro
11 – Matteo Romano
10 – Michele Bravi
9 – Dargen D’Amico
8 – Massimo Ranieri
7 – La Rapprasentante di Lista
6 – Emma
5 – Sangiovanni
4 – Irama

Intanto vengono distribuiti i premi ‘secondari’:

– Premio della Critica Mia Martini a Massimo Ranieri;
– Premio della Sala Sampa Lucio Dalla a Gianni Morandi;
– Premio Sergio Bardotti per il miglior testo a Fabrizio Moro;
– Premio Giancarlo Bigazzi per la miglior composizione musicale a Elisa.

E arriva finalmente anche il momento del podio e della proclamazione del vincitore del Festival di Sanremo 2022:

3 – Gianni Morandi
2 – Elisa
1 – Mahmood e Blanco

Festival di Sanremo 2022: la serata delle cover

Anche la serata evento di questa edizione è pronta per iniziare. Dopo un breve riepilogo del regolamento, si parte subito alla grande, con Noemi che interpreta la magistrale (You Make Me Feel Like) A Natural Woman di Aretha Franklin. Un inizio con i fiocchi. Ma è solo l’antipasto. Tocca a Giovanni Truppi, che con l’aiuto di Vinicio Capossela e Mauro Pagani rende omaggio a Fabrizio De André con La mia ora di libertà. Due splendide esibizioni che anticipano la presentazione della madrina di questa sera, Maria Chiara Giannetta. Un breve siparietto e si torna alla gara. Tocca al giovane Yuman, che interpreta My Way insieme a Rita Marcotulli.

Quarto concorrente di oggi. Tocca a Le Vibrazioni che cantano Live and Let Die di Paul McCartney con Sophie and the Giants e Peppe Vessicchio. Si prosegue con Sangiovanni, che omaggia Pierangelo Bertoli e la sua A muso duro con Fiorella Mannoia. E poi Emma e Francesca Michielin, che ci regalano il bubble gum pop di Britney Spears con il classico …Baby One More Time.

E arriva forse il momento più atteso di qeusto Sanremo: sul palco Gianni Morandi e Lorenzo Jovanotti per un medley di successi, Occhi di ragazza, Un mondo d’amore, Ragazzo fortunato e Penso positivo. E l’Ariston tributa una doverosa standing ovation. Una carica pazzesca, che non viene smorzata da Elisa. La cantautrice di Monfalcone presenta la sua versioine di What a Feelin’, il brano di Flashdance. Ad accompagnarla Elena D’Amario con una straordinaria coreografia. Le due ricevono anche un saluto da Giorgio Moroder, che What a Feelin’ l’ha composta.

Senza un attimo di pausa, arriva il momento di Achille Lauro e Loredana Bertè per la loro Sei bellissima. Standing ovation anche per loro, e dedica da parte di Lauro alla sua compagna di viaggio con una lettera commovente. Dopo questa scorpacciata di buona musica arriva un siparietto divertente di Maria Chiara e Maurizio Lastrico.

Si corre in questa serata di cover e duetti. Arriva il momento del giovanissimo Matteo Romano, che ha scelto di interpretare Your Song di Elton John insieme a Malika Ayane. Scrosci di applausi per loro. E alla magia di Elton John fa seguito l’energia cantautorale di Gianluca Grignani, che propone La mia storia tra le dita con Irama. Tuffo tra il pubblico per i due artisti. Ma non c’è tempo per riposarsi. Arrivano sul palco Ditonellapiaga e Donatella Rettore per interpretare Nessuno mi può giudicare di Caterina Caselli.

La tredicesima cantante in gara è Iva Zanicchi, che porta il brano Canzone per un duetto immaginario con l’indimenticabile Milva, scomparsa lo scorso anno. Momento molto emozionante. A farci riprendere dalla commozione ci pensano Ana Mena e Rocco Hunt, che cantano un medley di Il mondo, Figli delle stelle e Se mi lasci non vale. Dalla melodia dei due artisti mediterranei si passa a La Rappresentante di Lista con Cosmo, Margherita Vicario e Ginevra, tutti chiamati per interpretare Be My Baby delle Ronettes. Un collettivo curioso che fa esplodere l’Ariston. Per riportare la calma arriva Massimo Ranieri, che con Nek interpreta la splendida Anna verrà di Pino Daniele.

Una nuova scorpacciata di emozioni che viene interrotta dal ritorno di Jovanotti sul palco per un intermezzo pieno di poesia, amicizia e positività. Prima di ricominciare con la gara, è il momento del collegamento con la Costa Toscana, questa sera animata dai Pinguini Tattici Nucleari, che ripropongono la loro Ringo Starr. E dopo una pausa abbastanza lunga, si riparte con Michele Bravi, che interpreta Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi di Lucio Battisti. Dedica speciale per il giovane cantautore, che ricorda i suoi nonni. Dopo la commozione, arriva il momento dei super-favoriti Mahmood e Blanco, che cantano Il cielo in una stanza. E per risvegliare un po’ l’Ariston serve il rock di Vasco Rossi, interpretato da Rkomi con i Calibro 35, per un medley tutto da vivere: Fegato spappolato, Deviazioni, Cosa succede in città. Esibizione scoppiettante, conclusa con una gara di flessioni con Amadeus.

Altro momento emozionante: Maria Chiara Giannetti ci racconta le emozioni e le avventure di Blanca, il personaggio da lei interpretato nell’omonima fiction. Impossibile non commuoversi. Si prosegue quindi con la gara. Altro doveroso omaggio, quello ad Alex Baroni, scomparso ormai vent’anni fa. Aka 7even e Arisa ci regalano la loro versione di Cambiare. E poi ancora quello a Luigi Tenco, il cantautore scomparso troppo troppo presto ormai tanti anni fa. Lo ricordano Highsnob e Hu insieme a Mr. Rain con Mi sono innamorato di te.

Ci si avvia al rush finale con gli ultimi quattro artisti, a partire da Dargen D’Amico, che reinterpreta La bambola di Patty Pravo. A seguire Giusy Ferreri con Andy dei Bluvertigo per cantare Io vivrò di Lucio Battisti. Penultimo Fabrizio Moro, che interpreta Uomini soli dei Pooh, anche per ricordare degnamente Stefano D’Orazio. E a chiudere questa lunga maratona musicale un altro omaggio a un’artista scomparsa, Raffaella Carrà. Tananai con Rosa Chemical canta A far l’amore comincia tu. Una chiusura doverosa per una serata di grande musica e ospiti importantissimi. Prima della classifica, Amadeus regala un momento discoteca per ricordare la musica Sessanta, Settanta e Ottanta.

Arriva quindi il momento più atteso: la classifica della serata delle cover. Al terzo posto troviamo Elisa, al secondo posto i favoritissimi Mahmood e Blanco, e al primo, vincitore della serata delle cover, Gianni Morandi con Jovanotti e il loro medley di successi.

Festival di Sanremo 2022: la terza serata

La puntata di mezzo di questo Festival si apre con un doveroso omaggio al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. L’orchestra suona per lui Grande, grande, grande di Mina. Si parte quindi con la gara, e ad aprire i giochi è Giusy Ferreri con Miele. Non c’è tempo per fermarsi in una serata che si prevede molto lunga e intensa. E arriva così il momento dei secondi concorrenti, Highsnob e Hu, che cantano Abbi cura di te. A seguire, Fabrizio Moro, che presenta la sua ballata Sei tu, già molto apprezzata dai fan e dalla critica. Quarto in questo inizio sprint è Aka 7even, che ripropone la sua Perfetto così.

Dopo un inizio sprint con quattro artisti in gara, si presenta la madrina della serata, la compagna di viaggio di Amadeus: la diva Drusilla Foer. Un breve ma divertente siparietto tra i due conduttori, e si torna alla musica: sul palco arriva un grande artista, Massimo Ranieri con la sua Lettera di là dal mare. La gara prosegue con un cantante agli antipodi, Dargen D’Amico con la sua Dove si balla. Grande euforia per il cantautorapper, che fa scatenare la platea. Si arriva quindi a una ballata, quella di Irama, che canta Ovunque sarai.

Una sfilza di concorrenti di seguito per riscaldare l’atmosfera. Arriva il momento del grande ospite di questa serata: Cesare Cremonini, per la prima volta a Sanremo. Splendido il suo medley di Nessuno vuole essere Robin, Marmellata n. 25, Logico, La nuova stella di Broadway e Poetica, cinque perle della sua carriera ricca di canzoni pop meravigliose. Una pausa godibile dalla gara, che riprende con il ritorno sul palco di Ditonellapiaga e Rettore, scatenate sulla loro Chimica. A seguire Michele Bravi, che ripresenta la sua poetica Inverno dei fiori.

La gara prosegue quindi con il decimo artista in gara, Rkomi e la sua rockeggiante Insuperabile. Un divertente antipasto per due degli artisti più apprezzati e amati dall’Ariston, Mahmood e Blanco, che cantano ancora la loro Brividi. Un bagno d’emozioni quello offerto dal duo stra-favorito di questo Festival. E si va avanti con Gianni Morandi, annunciato da un’ispirata Drusilla. Il cantante di Monghidoro canta la sua Apri tutte le porte. Da un grande bolognese a un altro: torna sul palco Cesare Cremonini per presentare il suo nuovo singolo, La ragazza del futuro, e per incendiare l’Ariston con il classico 50 Special dei Lunapop.

Riprende quinti la competizione, e ritorna sul palco il giovane Tananai con la sua Sesso occasionale. Le cose si fanno più serie con l’arrivo della concorrente seguente, Elisa, che con O forse sei tu ha chiuso in testa nelle prime due serate. Una grande emozione, seguita dall’intervento più profondo di questo Festival, il ricordo della strage di Capaci, affidato allo scrittore Roberto Saviano.

Arriva quindi il momento del collegamento con la Costa Toscana di questa sera. Rovazzi e Orietta Berti presentano Gaia, che sostituisce i Coma_Cose, positivi al Covid. Canta ovviamente la sua Cuore amaro. Un piccolo diversivo prima di riprendere la gara con La Rappresentante di Lista e la loro virale Ciao ciao. A seguire, ritorna la regina dell’Ariston nella seconda serata, Iva Zanicchi, che canta la sua Voglio amarti.

Il diciassettesimo artista in gara, quando abbiamo superato di parecchio la mezzanotte, è Achille Lauro, il più conrtroverso tra i partecipanti. Con l’Harlem Gospel Choir ripresenta il brano Domenica. Ancora una volta la performance si conclude in maniera irriverente, ma stavolta senza citazioni ecclesiastiche (fino a prova contraria). A calmare le acque arriva il momento di un cantante dalla faccia pulita e di certo privo di contraddizioni, il tiktoker Matteo Romano, che presenta per la seconda volta la sua Virale. A seguire Ana Mena, per il momento fanalino di coda di questo Festival. La sua Duecentomila ore ha una chance per cercare di recuperare posizioni in classifica.

E mentre ci si avvicina all’una, la rincorsa dei cantanti di Sanremo prosegue. Il ventesimo artista in gara è Sangiovanni, uno dei più amati dai giovani. La usa canzone è Farfalle. Sul palco sale quindi la carabiniera eroica Martina Pigliapoco, che riassume la sua storia e presenta Emma. La Brown canta ancora una volta Ogni volta è così, con Francesca Michielin a dirigere l’orchestra. Si prosegue con Yuman, il vincitore di Sanremo Giovani, che regala Ora e qui, il suo brano originale.

Rush finale per i cantanti di questa terza serata. Arriva il momento de Le Vibrazioni, che portano la loro energia rock con Tantissimo, quando ormai è stata superata l’1 di notte. Penultimo a salire sul palco è invece Giovanni Truppi, che ripropone la sua Tuo padre, mia madre, Lucia. E l’onore di chiudere questa lunga e intensa terza serata del Festival è Noemi, che presenta per la seconda volta la sua Ti amo non lo so dire. Questa la classifica della terza serata, con i voti della demoscopica e del Televoto:

25 – Tananai con Sesso occasionale
24 – Ana Mena con Duecentomila ore
23 – Yuman con Ora e qui
22 – Le Vibrazioni con Tantissimo
21 – Giusy Ferreri con Miele
20 – Highsnob e Hu con Abbi cura di te
19 – Giovanni Truppi con Tuo padre, mia madre, Lucia
18 – Iva Zanicchi con Voglio amarti
17 – Matteo Romano con Virale
16 – Rkomi con Insuperabile
15 – Noemi con Ti amo non lo so dire
14 – Achille Lauro con Domenica
13 – Aka 7even con Perfetta così
12 – Ditonellapiaga e Rettore con Chimica
11 – Michele Bravi con Inverno dei fiori
10 – Dargen D’Amico con Dove si balla
9 – La Rappresentante di Lista con Ciao ciao
8 – Fabrizio Moro con Sei tu
7 – Massimo Ranieri con Lettera di là dal mare
6 – Emma con Ogni volta è così
5 – Sangiovanni con Farfalle
4 – Irama con Ovunque sarai
3 – Gianni Morandi con Apri tutte le porte
2 – Elisa con O forse sei tu
1 – Mahmood e Blanco con Brividi

Festival di Sanremo 2022: la seconda serata

La seconda serata del Festival di Sanremo inizia con un inevitabile tributo per Monica Vitti, attrice leggendaria scomparsa in questa infausta giornata. Dopo un emozionante applauso da parte dell’Ariston e un riepilogo della classifica, si parte con la gara: rompe il ghiaccio Sangiovanni con la sua Farfalle. Il tempo di presentare la co-conduttrice di questa sera, Lorena Cesarini, e si passa al secondo concorrente in gara: Giovanni Truppi con Tuo padre, mia madre, Lucia.

Momento importante dopo l’esibizione di Truppi. Lorena racconta la sua storia e manda un forte messaggio contro il razzismo, commuovendosi. Si riparte quindi con Le Vibrazioni, che cantano la loro Tantissimo e dedicano l’esibizione a Stefano D’Orazio, batterista dei Pooh ritratto sulla grancassa. Un altro attimo di grande emozione che precede l’arrivo sul palco del grande mattatore di questa serata: Checco Zalone.

Breve stop e si riparte dall’altro grande ospite di questa sera, una signora della canzone italiana nel mondo: Laura Pausini. La cantante di Solarolo presenta il suo ultimo singolo, Scatola. Un’occasione importante per l’artista, che presenta anche i suoi prossimi progetti, compreso il suo primo film, che verterà sulla storia immaginaria della Laura che non ha mai vinto Sanremo. S’intitola Piacere di conoscerti ed è in uscita il 7 aprile su Prime Video. Ma la presenza dell’artista romagnola è propedeutica anche per ufficializzare in diretta nazionale che la stessa Laura Pausini, con Mika e Alessandro Cattelan che l’hanno raggiunta sul palco, saranno i presentatori dell’Eurovision Song Contest 2022 a Torino.

Dopo una lunga pausa, si riprende con la gara. Quarta cantante in gara è Emma Marrone, accompagnata da una direttrice d’orchestra speciale, Francesca Michielin. La sua canzone è Ogni volta è così. Grandissima emozione per la cantante salentina, che si commuove tra le braccia di Amadeus. Un momento toccante, seguito dall’arrivo sul palco del terzo classificato a Sanremo Giovani, il tiktoker Matteo Romano che presenta il brano Virale. Si prosegue con la gara, dal più giovane alla più matura, la grande Iva Zanicchi, che canta la sua Voglio amarti. Standing ovation da parte del pubblico dell’Ariston.

Altro siparietto di Checco Zalone, che canta la sua Poco ricco, e si riparte con la gara. Arriva il momento di Ditonellapiaga e Rettore, che presentano il loro inedito Chimica. Senza freni si prosegue con Elisa, con la sua O forse sei tu. Presentato dalle attrici di L’amica geniale arriva quindi anche Fabrizio Moro, che propone la sua Sei tu. Torna quindi sul palco Zalone per l’ultimo siparietto della serata, con tanto di esibizione sulle note della sua famosa Angela.

Prima di riprendere con la gara, arriva il momento del collegamento di questa seconda puntata con la nave Costa Toscana, che oggi ha per protagonista Ermal Meta con Un milione di cose da dirti. Un altro momento emozionante che funge da antipasto per il rush finale degli ultimi cantanti in gara. Arriva il momento di Tananai, secondo classificato a Sanremo Giovani. La sua canzone è quasi da bollino rosso per i più bigotti: Sesso occasionale. Si va avanti con Irama, che presenta la sua Ovunque sarai. Si corre verso le fasi finali e senza sosta arriva un altro ex Amici, Aka 7even, che presenta la sua Perfetta così. E si chiude in questa serata con una coppia formata appositamente per questo Festival, quella composta da Highsnob e Hu. La loro canzone è Abbi cura di te.

Prima di scoprire la classifica di questa sera, salgono sul palco Arisa e Malika Ayane, che presentano le due canzoni in lizza per diventare l’inno della squadra italiana in gara alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022. E arriva il momento delle classifiche. Questa la parziale dei concorrenti di questa sera:

13 – Tananai con Sesso occasionale
12 – Le Vibrazioni con Tantissimo
11 – Aka 7even con Perfetta così
10 – Iva Zanicchi con Voglio amarti
9 – Highsnob e Hu con Abbi cura di te
8 – Matteo Romano con Virale
7 – Sangiovanni con Farfalle
6 – Giovanni Truppi con Tuo padre, mia madre, Lucia
5 – Fabrizio Moro con Sei tu
4 – Irama con Ovunque sarai
3 – Ditonellapiaga e Rettore con Chimica
2 – Emma con Ogni volta è così
1 – Elisa con O forse sei tu

E questa invece la prima classifica generale:

25 – Ana Mena con Duecentomila ore
24 – Tananai con Sesso occasionale
23 – Yuman con Ora e qui
22 – Le Vibrazioni con Tantissimo
21 – Aka 7even con Perfetta così
20 – Iva Zanicchi con Voglio amarti
19 – Giusy Ferreri con Miele
18 – Highsnob e Hu con Abbi cura di te
17 – Matteo Romano con Virale
16 – Achille Lauro con Domenica
15 – Rkomi con Insuperabile
14 – Michele Bravi con Inverno dei fiori
13 – Sangiovanni con Farfalle
12 – Noemi con Ti amo non lo so dire
11 – Giovanni Truppi con Tuo padre, mia madre, Lucia
10 – Fabrizio Moro con Sei tu
9 – Irama Ovunque sarai
8 – Massimo Ranieri con Lettera di là dal mare
7 – Ditonellapiaga e Donatella Rettore con Chimica
6 – Emma con Ogni volta è così
5 – Gianni Morandi con Apri tutte le porte
4 – Dargen D’Amico con Dove si balla
3 – La Rappresentante di Lista con Ciao ciao
2 – Mahmood e Blanco con Brividi
1 – Elisa con O forse sei tu

Festival di Sanremo 2022: la prima serata

Dopo la consueta sigla emozionante e la tradizionale ‘alzata di sipario‘, si parte subito con la gara. A rompere il ghiaccio è Achille Lauro con l’Harlem Gospel Choir e la sua Domenica. Il cantautore romano si presenta sul palco a petto nudo e conclude la sua esibizione ‘battezzandosi’.

Giusto il tempo di presentare la co-conduttrice di stasera, la splendida Ornella Muti, e si prosegue con il secondo artista, Yuman, con la sua Ora e qui. Ricordiamo che il giovane artista romano di origini capoverdiane è il vincitore di Sanremo Giovani.

Prima di presentare la terza cantante in gara, l’esperta Noemi, Ornella svela la sua canzone sanremese del cuore, Non ho l’età di Gigliola Cinquetti, brano che le ricorda il padre. Arriva quindi il momento della cantante romana, che presenta il brano Ti amo non lo so dire. Impeccabile la sua performance. Breve pausa pubblicitaria e si riprende con Gianni Morandi, che torna in gara dopo ventidue anni con Apri tutte le porte, canzone scritta da Jovanotti.

Una ventata di energia quella portata dall’eterno ragazzo, sempre sulla cresta dell’onda. La gara viene quindi interrotta da uno sketch riguardante Fiorello. Una ventina di minuti di grande show per l’artista siciliano, che ancora una volta conquista l’Ariston. Uscito di scena può però proseguire la gara con La Rappresentante di Lista, per il secondo anno consecutivo a Sanremo. Il loro brano è Ciao ciao. Grandissima energia anche da parte di Veronica e Dario, con un brano che sicuramente sarà apprezzatissimo dalle radio, e non solo.

Dopo un doveroso applauso a Tito Stagno, scomparso quest’oggi, la gara prosegue con Inverno dei fiori, la canzone di Michele Bravi. Grande intensità per il cantante umbro, che pronuncia anche la parola FantaSanremo, da buon giocatore del fanta-game del momento.

E arriva così il turno dei primi grandi ospiti di questa lunga serata, i vincitori di Sanremo 2021: i grandissimi Maneskin, tornati sul palco che li ha consacrati a star internazionali. La loro esibizione si apre ovviamente sulle note di Zitti e buoni. Grande scarica di adrenalina con la band romana, che si prende la standing ovation dell’Ariston. Si riprende quindi dopo una breve pausa con il settimo in gara, Massimo Ranieri, che presenta la sua Letterà di là del mare. Senza sosta, arriva il momento del duo favorito di questa edizione, quello composto da Mahmood e Blanco, che presentano finalmente la loro Brividi.

L’emozione della musica viene interrotta dal momento dedicato allo sport e al grandissimo Matteo Berrettini, che regala un siparietto anche con Fiorello. Si riprende quindi con la nona artista in gara questa sera, Ana Mena. La canzone della giovane popstar spagnola è Duecentomila ore. Tocca quindi al momento di un altro cantante amatissimo dai giovani, Rkomi con la sua Insuperabile.

Secondo momento per i Maneskin, che regalano una delle loro canzoni più emozionanti, la splendida ballata Coraline. Cinque minuti di grande intensità prima dell’arrivo sul palco di Dargen D’Amico con la sua Dove si balla. Si passa quindi dall’Ariston alla Costa Toscana, il palco sul mare di questo Festival. I padroni di casa, Orietta Berti e Rovazzi, presentano Colapesce e Dimartino, che ci ripropongono la loro Musica leggera.

A chiudere questa prima serata tra i concorrenti in gara è un’altra delle veterane di questo Sanremo, Giusy Ferreri, che presenta il brano Miele. La sfida per questa sera è finita, in attesa della classifica. Ma la musica non si ferma al Festival grazie ai Meduza, il trio di dj italiani che ha scalato le classifiche di tutto il mondo. Nell’occasione propongono un medley dei loro successi, con l’aiuto anche di un grandissimo artista internazionale, Hozier.

Dopo un siparietto con Nino Frassica e Raoul Bova per presentare la nuova edizione di Don Matteo, arriva un momento molto emozionante: il ricordo e l’omaggio del grande Franco Battiato, scomparso il 28 maggio 2021. Per ricordarlo, viene fatta ascoltare una sua esibizione sulle note di La cura, accompagnata dal vivo dall’orchestra. Alla fine della serata manca poco, ma c’è ancora tempo per consegnare il Premio Città di Sanremo 2022. Lo scorso anno a vincerlo fu Fiorello. Quest’anno, la vittoria è andata ad Amadeus, direttore artistico di tre Festival che rimarranno per diversi motivi nella storia.

Questa prima serata si è quindi chiusa, poco dopo l’1 di notte, con questa classifica:

12 – Ana Mena con Duecentomila ore
11 – Yuman con Ora e qui
10 – Giusy Ferreri con Miele
9 – Achille Lauro con Domenica
8 – Rkomi con Insuperabile
7 – Michele Bravi con Inverno dei fiori
6 – Noemi con Ti amo non lo so dire
5 – Massimo Ranieri con Lettera di là dal mare
4 – Gianni Morandi con Apri tutte le porte
3 – Dargen D’Amico con Dove si balla
2 – La Rappresentante di Lista con Ciao ciao
1 – Mahmood e Blanco con Brividi

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Sanremo strillo

ultimo aggiornamento: 05-02-2022


Sanremo 2022, Amadeus in conferenza stampa: “Siamo andati oltre i sogni”

Sanremo 2022, vincono Mahmood e Blanco: la classifica definitiva