Querelle Katy Perry-Taylor Swift, l’intervento dei manager: “La storia di 1984 è completamente falsa”

I manager di Katy Perry: “Non è coinvolta nella scrittura di 1984”. Il brano era considerato una risposta alle presunte accuse contenute in “Bad Blood” della Swift.

Prima la notizia secondo cui Katy Perry sarebbe pronta a sbarcare con “1984”, brano scritto come risposta alle accuse di Taylor Swift in “Bad Blood”, poi la smentita dei manager della cantante. E così alcuni portavoce di Katy Perry hanno rilasciato queste dichiarazioni: “In qualità di manager di Katy Perry comunichiamo che la storia relativa alla canzone ‘1984’ è completamente falsa. Katy Perry non è stata coinvolta nella scrittura e nelle registrazioni di questa canzone”.
Nessuna risposta musicale di Katy Perry alle accuse di Taylor Swift, a quanto pare. Tutto era nato dalle voci dei soliti ben informati, secondo cui molti passaggi di “Bad Blood” sono “dedicati” proprio alla Perry (“Ho ancora le cicatrici sulla schiena per il tuo coltello”, è solo una delle frasi). Ed era stata proprio Taylor Swift ad aiutare ad arrivare a questa interpretazioni, viste le dichiarazioni riguardanti la collega. “”Ha fatto qualcosa di orribile e siamo diventate acerrime nemiche, ha cercato di sabotare un mio intero tour e ha assunto nel suo team diverse persone che lavoravano con me. Da lì, ho cominciato ad evitarla”: così la Swift aveva parlato di Katy Perry.
I manager di quest’ultima hanno dunque smentito che ci sia un collegamento tra “1984” e “Bad Blood”. Ma la BMI, Broadcast Music Incorporated, fa sapere che è stato registrato un brano intitolato proprio “1984”, in cui tra gli artisti figura anche Katy Perry. Ma la faccenda è destinata a non chiudersi qui: uno dei presunti autori, Patrick Collier, ha postato una frase ambigua (“News to me”, “Questa mi è nuova”) sul proprio profilo Instagram, poco dopo la smentita. Un post successivamente rimosso.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 10-06-2015