Pooh, Le canzoni della nostra storia: una raccolta speciale per celebrare la carriera del gruppo del compianto batterista Stefano D’Orazio.

Riesplode l’amore per i Pooh. Il 20 novembre è in arrivo una raccolta straordinaria per celebrare la carriera della band italiana più amata di tutti i tempi. S’intitola Le canzoni della nostra storia, e celebrerà la loro incredibile storia a pochi giorni dalla scomparsa tragica del batterista e paroliere Stefano D’Orazio. Il progetto era stato annunciato già a ottobre. Ecco tutti i dettagli su questo importante best of, con all’interno anche un brano inedito.

Pooh: Le canzoni della nostra storia

All’interno dell’attesa raccolta della band saranno presenti i brani più rappresentativi della carriera del gruppo, sia in versione in studio sia in versione live: da Piccola Katy a Pensiero, da Dammi solo un minuto a Chi fermerà la musica e Uomini soli.

Pooh
Pooh

Parlando di questo progetto, i Pooh hanno dichiarato: “Nella raccolta sono presenti i brani che meglio hanno rappresentato 50 anni di carriera, tutti i sogni, le speranze, i progetti, i successi e le delusioni, gli obiettivi raggiunti, la nostra amicizia e soprattutto un filo rosso che ci lega e ci legherà per sempre ai nostri fan“.

In una nota, il Presidente di Sony Music Entertainment Italy, Andrea Rosy, ha aggiunto, parlando della morte del batterista romano: “Stefano D’Orazio ha avuto un ruolo fondamentale nella stesura e nella ideazione di questo prodotto. D’altronde è sempre stata la ‘mente’ strategica del gruppo e nei miei vent’anni di lavoro insieme posso contare innumerevoli riunioni insieme, in cui lui si presentava con il dettaglio di ogni singolo progetto […] Purtroppo questo destino terribile non ha voluto far partecipare Stefano all’uscita di questo disco, ma la sua musica e le sue parole rimarranno per sempre. Questo disco è dedicato a lui“.

Stefano D'Orazio
Stefano D’Orazio

Pooh: la canzone inedita Meno male

All’interno del box sarà presente un brano inedito, Meno male, il provino di Tanta voglia di lei con un testo differente da quello pubblicato in versione ufficiale. Il brano è stato recuperato per l’occasione da Giancarlo Lucariello, produttore degli album della band nella prima metà degli anni Settanta: “All’epoca decisi di fare un provino dal titolo Meno male, anche se non era il testo giusto. Con Tanta voglia di lei e la scelta ponderata di farla cantare a Dodi, cominciò la vera storia dei Pooh“.

Ecco l’audio di Tanta voglia di lei:

TAG:
Pooh strillo

ultimo aggiornamento: 18-11-2020


Fabio Concato: “Un duetto con Fedez? Non mi tirerei indietro”

Le 5 canzoni migliori dei Metallica