Luchè, Dove volano le aquile: la data di uscita e tutti i dettagli sul nuovo, attesissimo, album del rapper napoletano.

Tre anni dopo, riecco Luchè. Il rapper napoletano, dopo uno stop piuttosto lungo, ha rotto gli indugi e ha svelato titolo e data di uscita del nuovo album. Si riparte, come se nulla fosse. O quasi. Perché nel condividere con i propri fan la gioia per un ritorno a lungo atteso, il rapper ha anche svelato alcuni dei motivi per cui è rimasto così a lungo lontano dalla scena, se non per qualche apparizione in featuring. Scopriamo insieme tutti i dettagli sul suo nuovo lavoro sulla lunga distanza, Dove volano le aquile.

Luchè, Dove volano le aquile: la data di uscita

A sei lunghi anni dall’apprezzatissimo Malammore, e a tre anni da Potere, il rapper napoletano è pronto a tornare con un nuovo album per riprendersi il proprio posto sulla scena rap napoletana e non solo. E la data di uscita del nuovo disco, Dove volano le aquile, non è proprio una data insignificante.

Rapper
Rapper

L’album sarà infatti disponibile dal 1° aprile 2022. E non per un pesce d’aprile. Una bella notizia per tutti i suoi fan, che hanno dovuto attendere ben più di quanto anche lui avrebbe immaginato: “Posso finalmente svelare che oltre alla mia ossessione da perfezionista, oltre il Covid, ci sono anche dei motivi legati a come funziona quest’industria che hanno fatto sì che il mio disco subisse dei ritardi“. Parole che hanno introdotto un attacco polemico molto importante da parte del rapper, che ha voluto togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

Luchè attacca l’industria discografica

Non è il primo e non sarà l’ultimo artista che punterà il dito contro l’industria musicale, fatta di regole e persone che non sempre mettono l’arte e il pubblico al primo posto, anzi. L’attacco di Luchè è stato però particolarmente duro e ruvido: “La musica è libera. Gli artisti sono liberi di collaborare con chi vogliono al di là dei contratti che hanno. Troppi giochi di potere, featuring annullati solo per fare sfregi alla concorrenza, favoritismi e tanta tanta incompetenza“.

Senza giri di parole, il rapper partenopeo ha affermato di essere molto deluso dalle persone che siedono dietro le scrivanie, i manager che muovono la nostra industria musicale. Ma adesso che il peggio è passato, preferisce guardare avanti con grinta e determinazione.

Di seguito il suo lungo sfogo:

Riproduzione riservata © 2022 - NM

strillo

ultimo aggiornamento: 10-01-2022


I Muse scatenano la loro anima metal nel nuovo singolo Won’t Stand Down

Sangiovanni in tour nel maggio 2022: le nuove date