Lorenzo Fragola, Distante: testo

Perché i Green Day si chiamano così?

Uno dei brani estratti dall’album di Lorenzo Fragola 1995, si intitola Distante.

Lorenzo Fragola, Distante: testo

Vorrei essere forte
e credere in me
concedermi un viaggio
e non pensare a te
Dovrei essere stanco
del male che fai
vorrei tornare indietro
per non tornare mai
la nostra casa io rimpiangerò
ma chi non perde ha già perso un po’
come vorrei
convincermi che amare è inutile
anche se ormai
l’inverno pesa su di noi
e troverai qualche stronzo come me
spero per lui sia più semplice
e se vuoi cercherò anche di fingere
che non mi manchi più
vorrei fermare la neve
e il freddo che c’è
per perdere tempo
ma ritrovare me
dovrei essere stanco
di quello che sei
ma se potessi rifarlo
forse lo rifarei
questa casa io rimpiangerò
ma chi non perde ha già perso un po’
come vorrei
convincermi che amare è inutile
anche se ormai
l’inverno pesa su di noi
e troverai qualche stronzo come me
spero per lui sia più semplice
e se vuoi cercherò anche di fingere
vorrei concedermi un viaggio
lontano da qui
ma non sarò mai distante dai miei ricordi
come vorrei
convincermi che amare è inutile
anche se ormai
l’inverno pesa su di noi
e troverai qualche stronzo come me
spero per lui sia più semplice
e se vuoi cercherò anche di fingere
sono giorni che ho smesso di credere
che non mi manchi più.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 09-04-2015

Licia De Pasquale