El Diablo è il quarto album dei Litfiba, uscito il 19 novembre 1990. Un lavoro che ha permesso al gruppo di Piero Pelù di farsi conoscere dal grande pubblico.

Era il 19 novembre 1990 quando fu pubblicato El Diablo, quarto album in studio dei Litfiba. Grazie a questo lavoro discografico, il gruppo di Piero Pelù riuscì a farsi conoscere dal grande pubblico italiano. In Italia, l’album fu anticipato dal singolo omonimo, mentre all’estero fu lanciato, per primo, Il Volo. Un album di successo, visto che Pelù e compagni vendettero 400mila copie in un anno e mezzo dalla sua uscita.

Litfiba, l’album El Diablo compie 30 anni

I Litfiba pubblicarono El Diablo, loro quarto album in studio, nel lontano 19 novembre 1990 e, quest’anno, compie 30 anni. Fu un album molto importante per la band guidata da Piero Pelù, in quanto permise loro di farsi conoscere da un pubblico più vasto.

Il video di El Diablo:

In Italia, la title track fu pubblicata il 30 settembre di quell’anno, mentre all’estero l’album fu anticipato dall’uscita del singolo Il volo. El Diablo è un brano di impatto, che racchiude in sé un inno generazionale, che esplicita la continua contrapposizione tra il bene e il male, tra ciò che è vero e ciò che è falso.

La vita dura è una gran fregatura, sì sì,
Ma a volte uno strappo è una necessità,
A chi va bene, a me va male
E sono un animale e sia! Tutta la storia è una grassa bugia
“.

Piero Pelù
Piero Pelù

Il testo, utilizzato spesso da Pelù anche nella sua carriera da solista, funge da denuncia di quello che viene definito satanismo del rock. Un testo provocatorio, un inno generazionale che inizia proprio con un eruttazione e un falso messaggio subliminale, in cui viene pronunciato El Diablo al contrario.

Litfiba, qualche curiosità sull’album El Diablo

Una cosa molto importante da dire sul quarto album dei Litfiba è che non fu registrato dalla formazione originale, anche se ci fu la presenza stabile di Pelù e Ghigo Renzulli. El Diablo inaugura quella che venne definita la tetralogia degli elementi che sarà sviluppata nei lavori successivi del gruppo e che fa riferimento ai quattro elementi naturali. El Diablo rappresenta il fuoco.

Si tratta di un lavoro discografico forte, che prende posizioni forti, a partire da brano che dà il titolo all’album in cui – come vi dicevamo – si fa ironia sul presunto satanismo del rock. C’è, poi, Woda Woda che si concentra su una tematica molto importante: la scarsità di acqua nel pianeta Terra.

Proibito, invece, è la traccia che si focalizza sui limiti che caratterizzano il mondo in cui viviamo, privato di qualsiasi libertà. Il volo e Ragazzo, invece, sono brani più intimisti: proprio il primo parla della morte di Ringo De Palma, batterista della band, che morì di overdose di eroina e al quale fu dedicato il disco.

TAG:
litfiba Rock strillo

ultimo aggiornamento: 19-11-2020


Tutto ciò che non sai su Bullet with Butterfly Wings, capolavoro degli Smashing Pumpkins

X Factor 2020, quarto Live: tra gli ospiti c’è Elodie