Alanis Morissette, le canzoni migliori: da You Oughta Know a Uninvited

Alanis Morissette, i migliori brani della cantautrice canadese

Da You Oughta Know a Uninvited, le 5 canzoni che hanno caratterizzato maggiormente la carriera artistica di Alanis Morissette.

Dai suoi inizi pop dance, al suo restyling rock, fino alla dolce e analitica popstar di oggi, Alanis Morissette, nata a Ottawa, ha venduto finora oltre 60 milioni di album in tutto il mondo nella sua carriera discografica, lunga quasi 30 anni.

Le migliori canzoni di Alanis Morisette contengono parole memorabili e distintive. È entrata nel mainstream pop nel 1995 con la rabbia bruciante della canzone You Oughta Know.

Divenne presto una portavoce delle donne della sua generazione con l’arguzia e la saggezza contenute nei suoi testi.

Alanis Morissette, le canzoni più amate

Partiamo proprio da You Oughta Know, contenuta nell’album Jagged Little Pill. Il brano rappresenta un importante passo avanti sia per la Morissette che per le donne nella musica.

Il video di You Oughta Know:

Prima di You Oughta Know, i programmatori radiofonici erano riluttanti a presentare le donne nelle playlist orientate al rock, ma – dopo la pubblicazione di tale traccia – le cose sono cambiate.

La rabbia ribollente del testo risuona ancora oggi. È interessante notare che, a causa della resistenza iniziale alla trasformazione radicale dell’artista, da teen-pop a rock, questa è stata l’unica canzone di Jagged Little Pill a classificarsi al di sotto della Top 10 in Canada.

Passiamo a Ironic, terzo singolo ufficiale di Jagged Little Pill. Il co-sceneggiatore e produttore, Glen Ballard, affermò che la canzone è stata la terza che ha scritto con Alanis Morissette e che è stata pubblicata in 15 minuti.

Il video di Ironic:

Ironic entrata nella top 5 del Billboard Hot 100, alternative, pop per adulti e pop radio mainstream, ha ottenuto una nomination al Grammy Award per Record of the Year. In Canada, ha vinto il Juno Award come Single of the Year.

Stephane Sednaoui, regista francese che ha lavorato con Red Hot Chili Peppers, Madonna e U2, ha diretto il video musicale di accompagnamento.

Ha ottenuto sei nomination agli MTV Video Music Award incluso Video of the Year. Ha vinto il premio come migliore nuovo artista. Ironic ha anche ottenuto una nomination al Grammy Award per il miglior video musicale in forma breve.

C’è, poi, Hand In My Pocket. Se la Generazione X aveva un inno, sicuramente è questa canzone. Per parafrasare: sono poveri ma gentili, sani ma sopraffatti e liberi ma concentrati, pertanto è facile comprendere il perché questo brano abbia scalato le classifiche pop.

Il video di Hand In My Pocket:

Questo successo di Jagged Little Pill dimostra la prospettiva unica di Alanis Morissette nel rimanere rilassati e concentrati in un mondo esasperante.

Era il secondo singolo del suo album di debutto e ha aiutato l’album a raggiungere il primo posto e – alla fine – a vendere oltre 15 milioni di copie solo negli Stati Uniti.

Hand In My Pocket è diventato il secondo successo numero 1 di Alanis Morisette nella classifica alternativa e ha raggiunto la posizione numero 4 nella radio pop tradizionale.

È anche entrato nella top 40 sia per la radio pop contemporanea che in quella per adulti.

Alanis Morissette
Alanis Morissette

Alanis Morissette, Thank U e Uninvited

Proiseguiamo con Thank U, brano scritto da Alanis con Glen Ballard per il suo quarto album, Supposed Former Infatuation Junkie del 1998. Brano ispirato da un viaggio in India dell’artista canadese, esprime la sua gratitudine per quanto ha vissuto durante quell’esperienza in una terra incredibile.

Il video di Thank U:

Chiudiamo con la scarica rock di Uninvited, brano scritto e prodotto dall’artista per la colonna sonora del film City of Angels – La città degli angeli del 1998.

Un pezzo importante per la sua carriera, premiato con un Grammy Award per la miglior canzone rock.

Di seguito l’audio:

ultimo aggiornamento: 01-06-2020