Le mie scuse per l’articolo su Silvia Capasso

Con questo post voglio rivolgere le mie scuse a chi ha amato Silvia Capasso e spiegare cosa è accaduto.

Prima di dare una notizia, e nello specifico una notizia drammatica come quella della morte di una persona, bisognerebbe fermarsi per un attimo – un attimo solo – e immedesimarsi nel cuore e nella mente di chi quella persona la conosceva, la conosceva nella vita reale, e l’ha perduta.

Quando ho scritto la notizia della morte di Silvia Capasso, talentuosa artista conosciuta in “The voice of Italy”, ho preferito puntare l’attenzione su particolari che concedevano immeritato spazio a casualità contingenti, anziché soffermarmi su quella che era la personalità e la sensibilità dell’artista. Ho fatto prevalere le “contingenze” sull’umanità, facendo (s)cadere il post in un settore a cui mai sarebbe dovuto appartenere.

Non mi ero resa conto dell’errore che stavo commettendo, in quel momento, perché questo mestiere ti porta a essere rapido, velocissimo nel pensiero e nella scrittura, perché le logiche del web non perdonano, e lo stress può far “scollegare” il cuore e renderti poco dissimile da un automa.

Se solo mi fossi soffermata quell’attimo in più avrei evitato di arrecare ulteriore dolore a chi Silvia l’ha amata, e se l’è ritrovata in un post che aveva ben poca anima.

Il dolore che il mio articolo ha arrecato in qualcuno è qualcosa a cui forse non posso riparare; vorrei comunque porgere le mie scuse più vere, più sentite e più profonde alle persone che si sono sentite ferite dalla freddezza del mio articolo. Sono profondamente addolorata e pentita.

Non ho avuto l’onore di conoscere Silvia, se non attraverso le sue intense esibizioni nel corso del talent, eppure Silvia mi ha trasmesso una lezione che non dimenticherò mai, sebbene in questo momento io stia ancora elaborando il dolore per aver commesso un errore così grave: il cuore va messo sempre al primo posto, anche nel nostro mestiere.

Chiedo ancora perdono alla famiglia, alla compagna e a chi l’ha amata.

Non ti dimenticherò, Silvia!

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 27-12-2016