La biografia degli Stadio

Gli Stadio sono tornati sulla cresta dell’onda con la vittoria al Festival di Sanremo. Ecco la loro storia

Gli Stadio sono una band che si è formata nel lontano 1977 e che ha unito la voglia di fare musica di Gaetano Curreri, Giovanni Pezzoli, Marco Nanni, Ricky Portera e Fabio Liberatori. I loro inizi sono legati a Lucio Dalla che li sceglie per aprire i propri concerti. Le prime canzoni della band sono però del 1981 quando escono “Grande figlio di puttana” e “Chi te l’ha detto“. Nel 1983 esce Acqua e Sapone, 45 giri che cambia la loro carriera. Nel 1984 partecipano al Festival di Sanremo con il brano “Allo stadio” con cui arrivano ultimi. Nel corso degli anni alcuni componenti lasciano la band e vengono sostituiti, con lo zoccolo duro costituito da Curreri e Pezzoli che resiste. Nel 1986, senza Liberatori, partecipano ancora al Festival di Sanremo con il brano “Canzoni alla radio“, ma ancora una volta arrivano ultimi. Nel 1987 escono altri singoli come “Bella più che mai” e “Tu vuoi qualcosa“. 

Nel 1990 termina la collaborazione con Lucio Dalla. Nel 1991 esce il singolo “Generazione di Fenomeni” che diventa una hit in pochissimo tempo. Nel 1992 è tempo di “Stabiliamo un contatto” e la band collabora con alcuni artisti come Francesco Guccini, Roberto Vecchioni e Jovanotti per la stesura di nuovi brani. Nel 1997 esce l’album Ancora 5 minuti che contiene tra le altre “Un volo d’amore“. Nel 1998 gli Stadio tornano a Sanremo con “Lo Zaino“, classificandosi al quinto posto.

Il nuovo millennio si apre con l’album Donne & Colori che al suo interno vede la presenza di brani come “In paradiso con te“, ma questo lavoro non ottiene un grande successo. Nel 2002 è tempo di Occhi negli occhi dove sono racchiuse canzoni di successo come “Sorprendimi” e “Il Segreto“. Nel 2003, durante un concerto, Gaetano Curreri ha un ictus, ma un medico presente in platea gli salva la vita. Questo episodio segna molto la carriera della band che però nello stesso anno torna a collaborare con Lucio Dalla, anche se solo per qualche piccolo progetto. Nel 2005 esce L’amore volubile, seguito nel 2007 da Parole nel vento. Nello stesso anno tornano sul palco dell’Ariston con “Guardami” che si classifica al tredicesimo posto. Nel 2009 esce il nuovo album Diluvio Universale che contiene l’omonimo brano, “Gioia e dolore” e “Resta come sei“. Nel 2011 è tempo di Diamanti e caramelle, il nuovo album che contiene “Gaetano e Giacinto”, canzone dedicata a due grandi campioni come Gaetano Scirea e Giacinto Facchetti, oltre a “La Promessa” e “Poi ti lascerò dormire“.

Dopo qualche anno di pausa tornano nel 2016 a Sanremo con il brano “Un giorno mi dirai“, e questa volta ottengono la vittoria finale, un giusto riconoscimento che ha cambiato la storia della musica italiana negli ultimi quarant’anni. E’ pronto il loro nuovo album Miss Nostalgia, che è atteso da moltissimi fans degli Stadio.

ultimo aggiornamento: 20-02-2016