A Sheffield è iniziato l’hologram tour di Whitney Houston: nonostante sia un’illusione, i fan si sono emozionati nel risentire la sua voce.

Sono passati otto anni dalla sua tragica scomparsa, ma Whitney Houston è più viva che mai. Da Sheffield, nel Regno Unito, è inizato il 25 febbraio l’hologram tour che omaggia proprio la grande carriera della superstar americana.

Un ologramma la riporta in vita, fa riecheggiare la sua voce, in uno spettacolo che regala ai fan emozioni uniche, come dimostrato dall’entusiasmo manifestato dai quasi 2mila fan che hanno assistito alla prima.

Whitney Houston: inizia il tour con l’ologramma

Una live band, tanti ballerini in carne e ossa e poi lei, la star assoluta, Whitney Houston, in versione ologrammatica. Si tratta di un’illusione regalata a tutti noi grazie a una controfigura e a centinaia di ore di performance dal vivo della stessa popstar americana.

Aperto dal brano Higher Love di Steve Winwood, cover datata 1990, lo spettacolo ha portato in scaletta tutti i suoi più grandi successi, da I Wanna Dance with Somebody (Who Loves Me) alla storica cover di I Will Always Love You di Dolly Parton.

Whitney Houston
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/WhitneyHouston/

Whitney Houston in Italia con l’hologram tour

Non si tratta di una prima volta assoluta. Ologrammi di artisti ormai scomparsi sono già stati utilizzati in passato per nomi del calibro di Tupac e Michael Jackson. Ma questo tour ha qualcosa di unico, speciale ed emozionante, perché si inserisce in un progetto più ampio che prevede altri spettacoli, come anche un musical.

Il tour con l’ologramma della Houston sarà ad ogni modo protagonista anche in Italia il prossimo 23 marzo, salvo nuove misure necessarie per isolare il Coronavirus. Non resta che aspettare fiduciosi e sperare che tutto vada per il meglio.

Di seguito il trailer dell’hologram tour della cantante:

FONTE FOTO: https://www.facebook.com/WhitneyHouston/

TAG:
news Whitney Houston

ultimo aggiornamento: 26-02-2020


Inaugurata a Londra una via per Freddie Mercury

Michele Bravi confessa: “Mi ero candidato per Sanremo, ma non mi hanno preso”