Disco d’esordio per Vhelade: il grande impatto di ‘Afrosarda’

Giù il cappello di fronte ad ‘Afrosarda’, il disco d’esordio di Vhelade.

Disponibile dallo scorso 16 Giugno l’album di debutto Vhelade,Afrosarda, disco che rende omaggio alle origini dell’artista, brava a unire anche musicalmente due realtà così distanti e così affascinanti.

Vhelade, ‘Afrosarda’: eleganza e sentimento

Composto da quattordici brani, l’album spazia dal soul al jazz passando per il pop fino ai confini dell’elettronica. Afrosarda è un lavoro fortemente autobiografico, un viaggio nell’amore nelle sue mille sfumature, dalla relazione d’amore in senso stretto al rispetto per la natura o tra gli uomini.

Apertura coraggiosa con Intro, un messaggio in codice Morse, accompagnato da voci e ritmiche che sostengono il suono e il ritmo delle chitarre. Segue In bilico, testo che racchiude l’instabilità e il brivido di un amore forte, trascinante ma a tratti anche doloroso. La terza canzone è la title-track, Afrosarda, un capolavoro che coniuga il cuore e il ritmo tribale dell’Africa con l’animo profondo della Sardegna. Straniero è invece uno splendido tributo a un mostro sacro della musica, Lucio Battisti. Nuovo Inizio vanta la collaborazione con Tormento e si spinge nel mondo di un affascinante elettro-jazz che scuote e piace. Toccante ed emozionante La Notte, che precede un altro colpo da maestro: I miei eroi. Dopo Mama Nangai (prima e seconda parte), l’album regala un bellissimo intermezzo musicale, Amore come via. Undicesima traccia Oro Nero, successo musicale e se vogliamo filosofico: una lezione di vita in dolci note. segue Insieme, il primo singolo di Vhelade, uno sguardo attonito su come il mondo possa aver messo nel cassetto molti dei suoi valori fondamentali. Prima chiusura affidata a 13 luglio, che precede Outro, il riassunto di questo fantastico viaggio.

Rimani sempre aggiornato sul mondo della musica, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 07-07-2017

Nicolò Olia