Il 31 marzo e il 1 aprile, David Bowie sarà ricordato dai colleghi in un doppio concerto-tributo a New York.

Poco più di un mese è trascorso dalla morte di David Bowie che ha lasciato i suoi colleghi ma anche i fan sconvolti per l’accaduto: e da allora si è messa in moto la macchina organizzativa del concerto tributo. Due, non solo una, le serate organizzate per ricordare il Duca Bianco: il 31 marzo e il 1 aprile New York sarà teatro del doppio concerto che avrà luogo presso la Carnegie Hall (ed è il caso del 31 marzo) e presso la Radio City Music Hall (quello del 1 aprile). Moltissimi gli artisti che parteciperanno alle due serate: in tanti, infatti, hanno risposto presente all’appello e sono presenti col loro nome sul cartellone dell’evento: ovviamente è un elenco destinato a arricchirsi ancora di altri nomi, a poco più di un mese dal doppio concerto.

L’appuntamento del 31 marzo era già stato organizzato

La scelta della doppia data è presto spiegata: l’evento del 31 marzo in onore di David Bowie era già stato organizzato ancor prima della scomparsa del Duca Bianco, avvenuta lo scorso 10 gennaio. L’evento tragico, ovviamente, ha fatto propendere per l’organizzazione di una seconda data, il giorno successivo, immaginando la grande risposta di pubblico.

E così è nato l’appuntamento alla Radio City Music Hall: e al cartellone già ricco si sono aggiunti altri nomi. Tra questi Debbie Harry – presente sia il 31 marzo alla Canergie Hall che il 1 aprile, insieme ai Blondie, alla Radio City Music Hall – e ancora Pixies, Mumford and Sons, Bette Midler e Donny McCaslin Group.

Michael Stipe raddoppia: sarà a tutti e due i concerti

Non solo loro, visto che all’appello ha risposto anche Michael Stipe, la storica voce dei REM che aveva già dato la propria adesione per il tributo del 31 marzo e che raddoppierà, presentandosi anche il giorno successivo al secondo appuntamento.

Un elenco che continua ad aggiornarsi in tempo reale: all’evento del 31 marzo al momento hanno dato la loro adesione Debbie Harry, Pixies, Michael Stipe, Cyndi Lauper, Laurie Anderson, Bette Midler, Cat Power, The Roots, Perry Farrell, Bettye LaVette, Ann & Nancy Wilson, Jakob Dylan, The Mountain Goats, Robyn Hitchcock, Holy Holy.


Annalisa, dopo Sanremo è la più ascoltata su Spotify

Dave Grohl e il grande rifiuto di David Bowie: anche per lui due di picche dal Duca Bianco