Bruce Springsteen ospite degli U2: chiusura col botto al Madison Square Garden

Perché i Green Day si chiamano così?

Bruce Springsteen ha chiuso con la band di Bono Vox l’ultimo live del residency degli U2 al Madison Square Garden.

Hanno impreziosito l’ultima “tappa” della residency al Madison Square Garden con la presenza di Bruce Springsteen: il Boss è stato ospite degli U2 nel live di congedo di New York. Tanti gli ospiti che nelle serate precedenti avevano arricchito lo show di Bono Vox e della sua band: Paul Simon, Lady Gaga, oltre all’omaggio a Lou Reed.
Una vera e propria sorpresa per i fan, dato che la presenza di Springsteen non era stata annunciata: dopo aver cantato “Where the streets have no name”, sul palco degli U2 è comparso proprio lui, Bruce Springsteen, accompagnato dalla sua chitarra. Insieme a lui, gli U2 hanno eseguito  “I still haven’t found what I’m looking for” e successivamente la cover di Ben E. King “Stand by me”.

Ecco il video:

Una serata di congedo di livello per la band irlandese, che ha portato al Madison Square Garden anche “Trash, trampoline and the party girl”, eseguito live per la prima volta dopo sei anni: è un brano del 1982, allora pubblicato come lato B di “A celebration”. Come già accaduto nelle altre serate nella Grande Mela, tra il pubblico tanti i vip: per la tappa conclusiva sono stati avvistati Bill e Hilary Clinton.

Rimani sempre aggiornato sul mondo della musica, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 02-08-2015

Redazione Notizie Musica