La storia del video di Dancing in the Dark di Bruce Springsteen, al quale partecipò l’attrice Courtney Cox, star della sitcom Friends.

Il singolo Dancing in the Dark è stato rilasciato il 3 maggio 1984 e raggiunse la vetta della classifica statunitense al secondo posto il 30 giugno, prima che il video arrivasse su MTV. Il concetto originale per il video musicale prevedeva di far ballare Bruce Springsteen letteralmente al buio – girato su uno sfondo nero. Jeff Stein era il regista e Daniel Pearl, famoso per la sua fotografia in Every Breath You Take, era il direttore della fotografia. Pearl e Springsteen litigarono, in quanto Pearl insisteva per usare una luce intensa. Le cose, dunque, presero una piega diversa.

Bruce Springsteen
Bruce Springsteen

Bruce Springsteen, la storia del video di Dancing in the Dark con Courtney Cox

Diretto da Brian DePalma, il video fu stato girato durante il concerto di Springsteen al St. Paul Civic Center in Minnesota il 29 giugno 1984. Courteney Cox, che era tra il pubblico, ottenne il ruolo della fan adorante in prima fila, che riesce a ballare sul palco con Bruce. (Nonostante il titolo della canzone, il ballo si è svolto con buona luce). Springsteen ha eseguito Dancing In The Dark a metà dello spettacolo: a quel punto, la folla era in delirio. Per ottenere le inquadrature giuste per il video, Springsteen eseguì la canzone due volte: il regista riposizionò le telecamere dopo la prima ripresa. Il video:

Il video è stato il primo di Springsteen ad essere trasmesso in onda su MTV, presentandolo a un nuovo pubblico, per lo più più giovane. Per quanto riguarda la Cox, alcuni anni dopo ottenne un ruolo nella sitcom Casa Keaton e ha continuato a recitare nella popolarissima serie TV, Friends. Il testo è piuttosto semplice, poiché Springsteen canta versi del tipo: “Amico, non vado da nessuna parte, sto solo vivendo in una discarica come questa“. Non ha un lieto fine, ma alla fine della canzone sembra intenzionata a fare qualcosa: dopotutto, non puoi accendere un fuoco senza una scintilla.

Nell’ultimo verso, c’è un tocco di esistenzialismo, mentre mette le cose in prospettiva: “Non puoi accendere un fuoco preoccupandoti che il tuo piccolo mondo vada in pezzi“. Il messaggio profondo e filosofico è andato perso nella maggior parte degli ascoltatori che sono rimasti incantati dal ritmo accattivante (anche il video non ha sostenuto esattamente un significato più profondo). Ciò lo infastidì, poiché la canzone parla della difficile situazione di un veterano del Vietnam che torna a casa dopo aver respirato ostilità e disprezzo. Il brano fece vincere a Springsteen il suo primo Grammy. Nel 1985, invece, ottenne il premio come Miglior voce maschile.

Perché il Boss scrisse questa canzone?

Springsteen ha scritto questo testo, in relazione a difficoltà che sperimentò nello scrivere un singolo di successo e per la frustrazione provata nel cercare di scrivere canzoni che piacessero alle persone. Le sue lotte si riversano nel testo, dove si sente come un sicario che muore dopo un po’ d’azione. Si rivolge persino a un tropo del settore, che sicuramente ha sentito molte volte:

They say you gotta stay hungry,
Hey baby, I’m just about starvin’ tonight
“.

Ironia della sorte, la canzone è stata un singolo di successo, il più grande della sua carriera in termini di posizione nelle classifiche statunitensi. (Anche se la cover di Manfred Mann di Blinded by the Light di Springsteen è arrivata al primo posto). Questa è stata l’ultima canzone scritta per i Born In The U.S.A. Springsteen l’ha scritta dopo che il suo manager, Jon Landau, gli chiese un singolo di successo per l’album. Dopo un breve alterco, rispettò la richiesta e scrisse il testo quella stessa notte.

Bruce Springsteen era all’apice del suo successo e concerti sempre sold out, ma Landau voleva un successo che confermasse ulteriormente lo status di superstar del Boss. Dancing In The Dark fornì proprio quella scintilla; pubblicato come primo singolo (l’unico pubblicato prima dell’album), accese il fuoco che c’era in Born In The U.S.A. Le canzoni di Springsteen furono presto trasmesse in tutte le radio e conquistarono un pubblico completamente nuovo.

TAG:
Bruce Springsteen

ultimo aggiornamento: 22-07-2021


Tutta la verità sulla morte di Amy Winehouse a dieci anni di distanza

Selena Gomez, le migliori canzoni: da Naturally a We Don’t Talk Anymore