Ben Harper, Winter Is For Lovers: la data di uscita e la tracklist del nuovo album interamente strumentale del cantautore americano.

Ben Harper ha svelato il titolo del suo nuovo album Winter Is For Lovers che fa leva su 15 canzoni interamente strumentali, concepito dall’artista proprio come una sinfonia. Harper è andato oltre i confini della musica sin dal suo debutto nel 1994 e la sua chitarra lap steel ha svolto un ruolo importantissimo nel suo suono distinto che ha caratterizzato la sua carriera.

C’è da notare che il musicista non si è mai calato nell’impresa di realizzare un lavoro discografico che distillasse così sinceramente il suo amore per la chitarra. L’album è già in vendita, in tiratura limitata di 2000 pezzi su vinile da 180 grammi, autografato, numerato e timbrato a mano. Le date di uscita del vinile standard e la versione digitale saranno annunciate a partire dal prossimo autunno.

Ben Harper: il nuovo album è Winter Is For Lovers

Meditativa e coinvolgente, la musica presente in Winter Is For Lovers riconduce l’ascoltatore al The Folk Music Store, l’influente negozio di strumenti californiano che i suoi nonni aprirono negli anni ’50.Al negozio sono transitati luminari di ogni genere musicale: tra questi possiamo sicuramente citare Sonny Terry, Brownie McGhee, il Rev. Gary Davis, Doc Watson e John Fahey, dai quali Harper è stato profondamente ispirato.

Winter Is For Lovers esplora filosoficamente il movimento American Primitive introdotto da Leo Kottke e da John Fahey. È un mix della musica che Harper ha sentito crescendo e lavorando proprio nel negozio dei nonni, ascoltando i maestri di chitarra blues, hawaiana e classica nella collezione di dischi di sua madre. Quando Harper ha composto parti dell’album, leggeva anche Infinite Jest, romanzo di David Foster Wallace e, per questo motivo, il suo nuovo lavoro discografico è profondamente influenzato dalla struttura narrativa unica del libro.

Il video di Inland Empire, brano estratto dal nuovo album:

Quando Harper ha appreso che l’autore David Foster Wallace ha fuso insieme una serie di racconti per creare una narrazione più ampia, ha visto un potenziale simile con i pezzi che sarebbero stati, poi, inseriti in Winter Is For Lovers. Ha mescolato una serie di opere intitolate e ispirate dai luoghi presenti in tutto il mondo, che occupano un posto speciale nel suo cuore, come si può notare dalla tracklist dell’album:

1. Istanbul
2. Manhattan
3. Joshua Tree
4. Inland Empire
5. Harlem
6. Lebanon
7. London
8. Toronto 
9. Verona
10. Brittany 
11. Montreal 
12. Bizanet 
13. Toronto (Reprise) 
14. Islip 
15. Paris

Ben Harper, Winter Is For Lovers: il suo primo album strumentale

In merito al suo nuovo album, lo stesso Harper ha rivelato che è il suo primo lavoro strumentale.

Ecco le sue parole in merito:

Questo è il mio primo album interamente strumentale. È nudo e crudo, solo io e la mia chitarra lap steel. È prodotto appositamente per sembrare intimo e scarno, come se stessi suonando nel vostro salotto. Al primo ascolto potrebbe essere sorprendente o cogliere alcune persone alla sprovvista perché è drammaticamente ridotto, in contrasto con molto di ciò che ascoltiamo oggi“.

E aggiunge: “Sono un grande fan del flamenco, della chitarra classica, hawaiana e blues, e spero che queste influenze siano tutte in qualche modo rappresentate all’interno di Winter Is For Lovers“.

Ben Harper è vincitore di 3 Grammy Award e ha ottenuto 7 nomination. Ha prodotto album per Mavis Staples, Blind Boys of Alabama, Natalie Maines e Ricky Lee Jones, tra gli altri. Le sue canzoni più amate hanno centinaia di milioni di stream e lui è stato il protagonista dei palchi più prestigiosi del mondo. Il penultimo album dell’artista, No Mercy In This Land, è stato candidato ai Grammy del 2018 ed è il suo secondo album registrato con la leggenda dell’armonica Charlie Musselwhite.

chitarra
FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/chitarrista-chitarra-ascolta-musica-768532/

FONTE FOTO: https://pixabay.com/it/photos/chitarrista-chitarra-ascolta-musica-768532/

TAG:
Ben Harper

ultimo aggiornamento: 02-09-2020


Sanremo: l’ipotesi Palafestival diventa concreta

Judas Priest: lo storico album Painkiller compie 30 anni