Yesterday è una delle canzoni più famose dei Beatles: ecco i molteplici significati che si celano dietro il brano scritto da Paul McCartney.

Un mondo senza i Beatles sarebbe un po’ meno stimolante, se non del tutto confuso. I Fab Four hanno, infatti, realizzato la colonna sonora della vita della maggior parte delle persone. Tra i brani più iconici del gruppo, c’è sicuramente Yesterday, una di quelle canzoni che se la riproduci, tutti sembrano conoscere a memoria. Ma quanto ne sai di questo classico, oltre al testo?

La ballad sulla perdita di ciò che si ama per errori che il tempo sembra non riuscire a correggere è stata composta interamente da Paul McCartney ed è diventata una delle canzoni più registrate di tutti i tempi. Divertente, davvero, dal momento che McCartney non era così sicuro della traccia, che sarebbe diventata una delle canzoni più popolari del quartetto di Liverpool.

Beatles, il significato di Yesterday

Per la maggior parte delle persone, Yesterday dei Beatles è interpretata come una canzone su una storia d’amore destinata a finire. Questa conclusione deriva, specificamente, dal suo ritornello.

The Beatles
The Beatles

Il cantante ci fa sapere che una donna lo ha lasciato. E, all’inizio, afferma di non sapere perché abbia scelto di non stare più con lui. Poi, però, arriva alla conclusione che ciò è a causa di “qualcosa di sbagliato” che ha detto.

Il video di Yesterday:

E ora, privo della donna che ama, “desidera ieri“. Perché ieri? Perché era il momento in cui tutto era bello tra lui e la sua dolce metà. I versi stessi non si adattano perfettamente a questa narrazione. Ciò è particolarmente evidente nel primo, che suona più esoterico che romantico.

Mentre la seconda strofa sembra operare sulla falsariga del romanticismo, il cantante afferma che “ha bisogno di un posto dove nascondersi“, frase che non è esattamente in sintonia con il ritornello. E questo ci porta a una dichiarazione che ha fatto il co-scrittore John Lennon (1940-1980), che “i testi non si concludono in alcun senso”.

Yesterday, la canzone è nata da un sogno di Paul McCartney

Paul McCartney ha scritto il testo Yesterday in un sogno (ma pensava, in un primo momento, di averlo rubato). Si dice che McCartney abbia composto l’intera melodia in un sogno, mentre si trovava a Wimpole Street, a casa della sua allora fidanzata Jane Asher. Quando si è svegliato, è corso velocemente al pianoforte e ha suonato la melodia per assicurarsi di non dimenticarla.

Tuttavia, era preoccupato di aver inconsciamente plagiato un’altra canzone. Ha detto: “Per circa un mese sono andato da persone nel mondo della musica e ho chiesto loro se l’avevano mai sentito prima. Alla fine è stato come consegnare qualcosa alla polizia. Pensavo che se nessuno lo avesse reclamato dopo poche settimane, avrei potuto tenerlo“.

Scrambled Eggs, il primo titolo della canzone

In origine, la canzone era stata intitolata Scrambled Eggs, ossia uova strapazzate. Come per tutte le canzoni che John Lennon e Paul McCartney scrissero all’epoca, fu usato un titolo provvisorio anche per Yesterday, in attesa che il titolo finale – e migliore – venisse partorito dalle varie menti che scrivevano.

Detto tutto ciò, possiamo giungere a una duplice conclusione. Da un lato c’è sicuramente un motivo romantico che risuona ovunque, in particolare nei ritornelli. Allo stesso tempo, però, la traccia è molto più fluida, quindi non collegabile esclusivamente all’amore e al romanticismo. Il sentimento principale del testo si esprime, sia nel contesto di una relazione amorosa, sia nel richiamare il giorno ormai passato, ossia “ieri”, come momento più felice del presente.

TAG:
beatles Rock

ultimo aggiornamento: 26-11-2020


Slitta la prima puntata dello show di Massimo Ranieri: “Sono devastato per Maradona”

Dance Monkey: i segreti della hit virale di Tones and I