Cosa vuol dire arrangiamento: il significato del termine nel mondo della musica, e qual è il ruolo dell’arrangiatore.

Il glossario musicale è ricco di termini che spesso vengono utilizzati anche in altri contesti, ma con accezioni differenti. Lo stesso significante può avere infatti significati diversi a seconda dell’uso che se ne fa. Per questo motivo è bene cercare di approcciarsi al mondo della musica con una conoscenza precisa del vocabolario, al fine di evitare fraintendimenti o errori. Proviamo a fare chiarezza e scopriamo il significato delle parole della musica: oggi approfondiamo il significato di arrangiamento.

Arrangiamento: il significato nel mondo della musica

In musica con il termine arrangiamento si indica generalmente il lavoro di organizzazione strumentale di una composizione, anche non ancora diventata una canzone, allo scopo di farla suonare secondo la forma musicale da noi desiderata. Un importante aspetto della composizione musicale è la disposizione e la forma dei suoni per creare un brano. Questa disposizione viene definita arrangiamento.

Sala prove
Sala prove

L’arrangiamento può essere semplice, quando riguarda pochi strumenti musicali, o complesso, con più parti e più strumenti da dover amalgamare. La sua importanza è però fondamentale per far sì che ciò che ascoltiamo sia piacevole all’orecchio. Ci sono molte diverse modalità con cui si può arrangiare o riarrangiare una canzone, e può trattarsi di un processo creativo molto divertente. L’arrangiamento può ad esempio essere utilizzato per cambiare genere o per cambiare atmosfera a una canzone, rendendola da allegra a triste e viceversa.

Per semplificare ancora di più la questione, un arrangiamento musicale è una forma di musica diversa dall’originale, anche solo nel genere. Quando, nell’adattare una forma musicale, non aggiungiamo o sottraiamo del materiale rispetto alla forma di partenza, sarà però più corretto parlare di trascrizione.

Cosa fa un arrangiatore e come arrangiare una canzone per una band

Come può facilmente intuirsi, in musica un arrangiatore è un professionista che lavora per rendere migliore una determinata melodia per il suo interprete. Di fatto questi musicisti prendono una canzone e la trasformano facendola suonare proprio come dovrebbe.

Vediamo a questo punto come si potrebbe arrangiare una canzone per una band. In questo caso bisogna tenere in mente alcune cose. La più importante è assicurarsi che la canzone sia suonabile per gli strumenti che abbiamo a disposizione. L’arrangiamento non deve essere impossibile da suonare per i musicisti e non deve essere troppo difficile.
Un’altra cosa da ricordare è il tempo della canzone, che dovrebbe corrispondere a quello desiderato dagli interpreti. Se la canzone è troppo veloce o troppo lenta, sarà difficile da suonare e sembrerà incerta.

Una vecchia regola afferma che l’arrangiamento più semplice è quello che suona meglio. Se ci troviamo in difficoltà, evitiamo di aggiungere troppi elementi in più rispetto all’originale per non creare ulteriori problemi. Manteniamolo semplice e facciamo sì che sia la canzone a parlare da sé.
Infine, assicuriamoci che l’arrangiamento si adatti al genere musicale del gruppo. Se la band suona prevalentemente rock, non è il caso di azzardare con un arrangiamento country. Tenendo impressi nella mente questi consigli, sarà possibile giocare con gli arrangiamenti in grado di creare un arrangiamento riuscendo a ottenere risultati soddisfacenti.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 15-10-2022


Chi è Peppe Servillo, il cantante degli Avion Travel

60 anni per Flea, il bassista dei Red Hot Chili Peppers