Amedeo Minghi torna con il triplo cd “La bussola e il cuore”

Amedeo Minghi sta preparando un grande ritorno e lo fa con la consueta classe e un triplo album: “La bussola e il cuore”.

Amedeo Minghi è uno dei cantautori più longevi, dal punto di vista musicale, del firmamento discografico del nostro Paese. Per celebrare la sua decennale carriera, iniziata nel 1976, il cantautore ha pensato di raccogliere i suoi brani in un album che si comporrà di tre cd.
Nel primo, “La bussola“, ci saranno dei brani inediti, e nello specifico 10 tracce. Nel secondo, “Il cuore“, album Minghi fa un omaggio alla sua carriera, reinterpretando i suoi maggiori successi; largo spazio anche alle canzoni che raccontano il suo percorso spirituale. Nell’ultimo cd, “Mappe“, sono presenti delle perle più rare, per la gioia dei suoi fan. Addirittura dei prontoascolto, ovvero quelli che in gergo erano dei sample registrati prima dei demo.

Musica e vita

Il titolo del cofanetto è di per sè già un indizio della filosofia e del reale significato del lavoro di Minghi: il cuore, e le emozioni che ci governano, sono la bussola che deve sempre guidare la nostra vita e le nostre scelte.

E il cuore di Minghi, stando al successo che ha ottenuto in patria ma non solo, lo ha sempre condotto a scelte giuste. All’inizio della sua carriera, negli anni ’70, si proponeva come autore, e ottenne grande successo grazie ad alcuni pezzi composti per i Vianella. La vera fortuna arrivò però nel 1976 con l’intensa “L’immenso”. Nel tempo ha collaborato anche per Mia Martini, Mietta, Anna Oxa, Andrea Bocelli, Gianni Morandi, Rita Pavone, Marcella Bella e moltissimi altri.

Il vero successo arrivò, travolgente, nel 1990. Minghi era già un cantante conosciuto, ma il tormentone “Vattene amore”, cantato al fianco di Mietta, lo impose come uno dei cantanti più amati dal pubblico italiano.

Trottolino amoroso

Come dichiarato in un’intervista a TGCom, Minghi ha spiegato che il famoso verso con il “trottolino amoroso” era un riferimento colto a Mozart e al “farfallone amoroso”. Cosa che chiaramente non è mai stata recepita, a livello popolare, ma che ha decretato il vero successo della canzone.

Quando lo vedremo

“La bussola e il cuore” sarà presentato il 5 dicembre a Roma, al teatro Brancaccio. Nei mesi successivi inizierà un tour che toccherà varie città del nostro Paese.
Sulla possibilità di partecipare al Festival di Sanremo 2017, Minghi si è detto convinto che la sua presenza non avrebbe senso, visto che è stato presente per molti anni come autore e come cantante.

Foto tratta dal sito ufficiale

Rimani sempre aggiornato sul mondo della musica, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 12-10-2016

Caterina Saracino