Amara, Maledetta Me: testo

Perché i Green Day si chiamano così?

Dopo Credo, arriva in radio da oggi venerdì 27 marzo il nuovo singolo di Amara intitolato Maledetta me, secondo estratto dall’album Donna libera.

Amara, Maledetta Me: testo

Ah maledetta me
Ah ah ah che non sto zitta mai
Scomoda come un’ortica selvatica
Dentro mani che stringono pugni di vanità

Ah che tristezza
Vivere in mezzo a chi non indossa maschere
Insieme a chi non ha niente da perdere
Che si vende per vivere la sua vita a metà

Ahi ahi ahi maledetta me
Penso, scrivo parole che non ho mai detto
Ma l’unico vero peccato è l’infelicità

Ah che farò di me
Ora che sono sola io
Libera da ogni mia regola
Odio l’oro che luccica e la gente a metà

Ahi ahi ahi maledetta me
Penso, scrivo parole che non ho mai detto
Ma l’unico vero peccato è l’infelicità

La rabbia, il rancore e il disprezzo
Riposa negli occhi di chi ti vede diverso
Mio padre e mia madre me l’hanno insegnato
Sorridi anche a chi non se l’è meritato
Mio padre e mia madre me l’hanno insegnato
Che l’unico vero peccato è l’infelicità

Ahi ahi ahi maledetta me
Ahi ahi ahi maledetta me
Penso, scrvo parole che non ho mai detto
Ma l’unico vero peccato è l’infelicità

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 27-03-2015

Licia De Pasquale