A tu per tu con Le Camere di Sophie: “È un progetto in cui crediamo fermamente”

Perché i Green Day si chiamano così?

Intervista con Le Camere di Sophie, ironia, irriverenza e tanta bella musica

Intervista con Le Camere di Sophie, dopo aver ascoltato ed esserci divertiti sulle note dei brani del loro omonimo album.

  • Nei dieci brani dell’omonimo album è rintracciabile una certa eterogeneità sia musicale che delle tematiche: è stato difficile fondere i diversi generi da cui provenite?

No, assolutamente. Diciamo che è stato tutto abbastanza istintivo, del resto collaboriamo da più di un decennio in musica girovagando e spaziando in svariati generi. Diremmo anzi che è stato tutto molto divertente.

  • L’impressione è che questo viaggio nelle diverse “Camere di Sophie” portino di fronte a problematiche quotidiane (trattate con irriverenza) ma non a un punto di arrivo vero e proprio. Finalmente un gruppo senza la pretesa di avere in tasca (o nei testi) la verità assoluta?

Del resto chi potrebbe? Non si può essere a tal punto assolutisti da sancire e divulgare assoluzioni per la gente o per la vita stessa. Siamo uomini ed è nella nostra indole esser velati da incertezza e inconsapevolezza, niente di più.

  • Quale canzone dedichereste a Sophie?

Le dedicheremmo “Lia e la sua giostra”! Un inno alla memoria che contempla la vita nel suo procedere, nel bene o nel male, l’importante e riuscire a volare.

  • Le camere di Sophie, una piccola parentesi lungo il cammino di due musicisti eclettici o la nascita di un progetto duraturo?

Un progetto in cui crediamo assolutamente e con convinzione. Stiamo tra l’altro preparando nuovi brani per ulteriori conferme del cammino graduale delle “Camere”. Dunque ancora novità!!

  • Prossimi appuntamenti in agenda?

Stiamo per allestire un piccolo tour che ci vedrà protagonisti di alcune date lungo lo stivale. Anzi seguiteci sui nostri social (Facebook, Instagram, Twitter, Youtube) per avere ulteriori novità e rimanere sempre aggiornati.

Rimani sempre aggiornato sul mondo della musica, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 03-05-2017

Nicolò Olia