Come nasce A Natale puoi, un brano creato per la televisione e diventato un classico tra i più amati e famosi delle feste in Italia.

Tra le canzoni di Natale, A Natale puoi è una di quelle con la storia più particolare. Se infatti tra i classici che ogni anno cantiamo con gioia conosciamo tutto, o quasi, di All I Want for Christmas is You, Last Christmas o Jingle Bell Rock, questo brano cantato in italiano e da voci di bambini ci accompagna ormai da diversi anni, è entrato nelle nostre vite ma non riusciamo a collegarlo a nulla fuorché ad alcuni spot. Andiamo a scoprire insieme la sua storia e perché è ormai diventato un vero classico tra le canzoni di Natale per bambini (e non solo).

A Natale puoi: il significato del testo e la storia

Tutti conoscono il movimento di A Natale puoi, brano cantato anche da molti bambini nelle recite di fine anno, ma pochi ne conoscono la storia. Si tratta di un brano nato come jingle pubblicitario di un noto prodotto dolciario. O meglio, è un brano che ha accompagnato uno spot diventando esso stesso parte integrante del linguaggio musicale comune a tutti noi.

Natale
Natale

La storia della canzone è stata spiegata dal suo creatore, Francesco Vitaloni, in un’intervista a Paolo Madeddu per il sito Link Idee per la TV. Nata nel luglio 2005, è stata ispirata al compositore dall’ascolto di classici del rock di Genesis e Beatles, ma anche e soprattutto dai figli. Inizialmente doveva essere un brano di 30 secondi solo per la pubblicità, ma il successo è stato talmente grande da portare alla creazione di un brano vero e proprio. Spiega l’autore: “Forse una chiave è stata non aver pronunciato mai nel testo né il nome del prodotto, né quello del marchio, come si fa spesso, in rima o con giochi di parole“.

Grazie a questo espediente, è come se il brano abbia dato la sensazione di preesistere allo spot, di avere una vita e una storia che va al di là della pubblicità. Dopo essere diventata virale in televisione, la canzone ha poi aumentato la sua fama grazie alle recite natalizie, diventando un classico per le generazioni più giovani. Conclude con orgoglio Vitaloni: “Grazie a ricerche di marketing so che A Natale puoi tra le nuove generazioni è più famosa di Tu scendi dalle stelle“.

Chi canta A Natale puoi

In molti si chiedono chi sia la bambina che canta la canzone nella sua versione originale, quella che ha fatto diventare il brano uno dei più amati dagli italiani. Ebbene, si tratta di Alice, la figlia dell’autore del brano, anche se la casa discografica scelse di cambiare il suo nome in Alicia.

La scelta della bimba non nacque ovviamente per questioni di nepotismo. Anzi, Vitaloni fece all’epoca numerosi casting per trovare la voce perfetta, ma nessuna riusciva a trasmettere le emozioni e il candore che la voce imperfetta della piccola Alice garantiva. Ecco perché anche nella versione definitiva venne mantenuta la sua interpretazione:

A Natale puoi: cover e parodie

Tale il successo di questo brano nel corso degli anni, da essere stato scelto per cover natalizie da tantissimi artisti, ad esempio Roberta Bonanno, ex Amici e Tale e quale show.

Ne esiste poi una versione rap diventata virale sui social, e nel 2020 il brano è stato utilizzato anche per varie parodie, meme e battute riferite alle limitazioni imposte dal governo per affrontare l’emergenza Covid durante le vacanze di Natale.

подбор кредитной карты онлайн

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 01-12-2021


Cesare Cremonini svela la data di uscita e la copertina del nuovo album, La ragazza del futuro

L’anno che verrà 2022: i possibili cantanti del Capodanno di Rai 1