Whitney Houston amava la sua assistente ma non poté mai dirlo: la verità in un biopic

Sta arrivando nelle sale Whitney, il documentario sulla vita tormentata di Whitney Houston, dove si indaga anche su un suo amore…

Un amore, quello fra la cantante Whitney Houston e la sua storica assistente personale Robyn Crawford, di cui si è appresa l’esistenza solo di recente. A indagare (anche) su questo amore è il biopic Whitney, nelle sale italiane dal 24 al 28 aprile. La storia fra le due donne è stata tenuta segreta per le troppe pressioni che gravavano sulla cantante, tra le più celebri e premiate del pianeta. I discografici si sono ben guardati dal farne menzione, così come tutto l’entourage della cantante. Persino la madre della cantante, ha ribadito in tv da Oprah Winfrey, anche dopo che Whitney era morta:

“Se avessi saputo una cosa del genere, l’avrei presa a schiaffi”.

Whitney Houston Bobbi Kristina Brown
Whitney Houston Bobbi Kristina Brown

Una vita tormentata

L’esistenza di Whitney Houston avrebbe potuto essere dorata, ma è stata tutt’altro che facile. Morta sola, in una vasca da bagno di un hotel lussuoso di Beverly Hills, la cantante non aveva mai superato la piaga che ha contrassegnato gran parte della sua vita: la dipendenza dalle droghe. Il crack le aveva lasciato profondi segni sia sull’aspetto esteriore, e sulla voce, che dentro l’anima.

Si parla della sua famiglia come di un clan impenetrabile, con centocinquanta persone a libro paga, una madre cantante che aveva riflesso su di lei le sue ambizioni più alte, un padre discografico dispotico, e che non rinunciò a farle causa per 100 milioni di dollari, un ex marito (Bobby Brown) alcolista.

Il vero amore della vita della cantante, la figlia Bobbi Kristina, se n’è andata a poca distanza da lei, nello stesso modo: in una vasca da bagno, stroncata dagli abusi di farmaci per contrastare una depressione che l’aveva colta dopo la scomparsa dell’amata madre.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 13-04-2017