Chris Cornell: la vedova Vicky Karayiannis lo ricorda in una lettera toccante

La vedova di Chris Cornell, Vicky Karayiannis, ha scritto una lettera aperta al grande musicista, impiccatosi alcuni giorni fa.

Il mondo della musica piange Chris Cornell, ma più di chiunque altro lo piangono gli adorati figli e sua moglie, Vicky Karayianni. La vedova del musicista 52enne ha voluto dedicare alla sua memoria una struggente lettera, da cui si evince tutto l’immenso amore che ha provato (e ancora prova) per lui. La lettera, che è stata pubblicata su People, sta facendo il giro del mondo, toccando i cuori di tutti.

FB_Cornell
Foto tratta da Facebook Chris Cornell https://www.facebook.com/chriscornell/

La lettera di Vicky Karayianni a Chris Cornell

La lettera inizia con il racconto del loro primo incontro, avvenuto “in una notte stellata di Parigi nel gennaio 2003 presso l’Hotel Plaza Athéné”. Chris l’aveva notata subito e aveva cominciato a corteggiarla, ma lei non si era presentata la sera del suo concerto. Quando si erano rivisti, lui le aveva chiesto seccamente dove fosse, se per caso fosse andata fuori a mangiare un panino. Quella sera si parlarono fino a tarda notte, poi lui dovette ripartire per il tour, ma tre giorni dopo erano insieme a Londra.

In occasione del suo 39° compleanno, Vicky Karayiannis raggiunse Chris a New York, e quando lei ritornò in Grecia, lui le telefonò dicendole “Oh dolce signora Vicky, perché non vieni qui e mi sposi?”. E le cose andarono davvero così. I due si sposarono e nacquero i loro figli Toni e Christopher Nicholas.

“Mio dolce Christopher,
Eri il miglior padre del mondo, il miglior marito e il miglior genero. Hai sempre dimostrato la tua pazienza, la tua empatia e il tuo amore.
Mi dicevi sempre che ti avevo salvato, che non saresti stato vivo se non fosse stato per me. Il mio cuore brillava nel vederti felice, vivo e motivato. Eccitato dalla vita. Facendo tutto il possibile per ricambiare. Negli ultimi dieci anni abbiamo avuto dei momenti indimenticabili e mi dispiace, mio dolce amore mio, mi dispiace non aver visto quello che stava succedendo. Mi dispiace che tu fossi da solo, e so che in quel momento non eri davvero TU, dolce Christopher. Anche i tuoi figli lo sanno, puoi riposare in pace.

Sono distrutta, ma lotterò per te e mi prenderò cura dei nostri bellissimi figli. Penserò a te ogni minuto di ogni giorno e combatterò per te. Avevi ragione a dire che siamo anime gemelle. Dicono che le strade che si sono incrociate si incrociano sempre nuovamente e so che verrai a cercarmi, e io sarò lì ad aspettarti.

Ti amo più di quanto qualcuno abbia mai potuto amare qualcuno nella storia dell’amore, più di quanto sarà mai possibile fare.
Sempre e per sempre,
la tua Vicky”

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 30-05-2017