La nostra intervista esclusiva a Shady di Amici 2017

Abbiamo intervistato per voi Shady, una delle concorrenti più talentuose e carismatiche dell’ultima edizione di Amici: ecco cosa ci ha raccontato.

Shady Cherkaoui-Sørensen, conosciuta semplicemente come Shady, ha partecipato all’ultima edizione del talent show prodotto da Maria De Filippi, Amici. Cantautrice e produttrice, Shady ha rivelato un talento innato e continua a riscuotere successo tra il pubblico. Notizie Musica l’ha intervistata in esclusiva, rivolgendole domande sul suo percorso professionale ma toccando anche temi delicati come il bullismo. Non mancherà un aneddoto divertente alla fine dell’intervista.

FB_Shady
Fonte foto: facebook.com/theshadycherkaoui/

La nostra intervista a Shady

Ciao Shady, la tua esperienza ad Amici ti ha reso una delle giovani cantanti più seguite del momento. Se dovessi riassumere tutto il bello di questa avventura, cosa diresti?

“Beh riassumere questa avventura è piuttosto difficile, sono successe talmente tante cose che sarebbe difficile elencarle tutte! Però sicuramente si può dire che è stata un’esperienza formativa sotto tutti i punti di vista e anche molto divertente perché mi ha permesso di venire a contatto con un mondo del tutto nuovo e di misurarmi con artisti di grande calibro!”

La tua scelta di partecipare ai talent show (prima i provini per X Factor, poi l’ingresso ad Amici) è stata maturata dall’idea che un percorso alternativo sarebbe stato infruttuoso oppure è stato il tuo primo grande… piano d’azione?

“La scelta del talent è stata per me un tentativo casuale, attratta dalla velocità con il quale ti porta ad essere conosciuto dal pubblico, non pensavo di farcela sul serio, proprio perché so che questo mondo è un mondo difficile e anche piuttosto casuale! Il ritrovarmi ora a poter fare davvero musica è un regalo splendido!”

Oltre a essere una cantante, produci anche la tua musica. Quali sono le influenze maggiori che contribuiscono alla creazione dei tuoi pezzi?

“Un primo grande contributo al mio stile di produzione lo hanno dato i Daft Punk, che mi hanno accompagnata sin da bambina e hanno fatto da colonna sonora alle mie giornate. Poi sono subentrati Flume, Chet Faker, i Chainsmoker, i Tame Impala, Jack Garrett, Deadmau5 e molto recentemente anche Ta-ku e influenze trap e Hip hop. Allo stile di scrittura mi ispiro molto a Sia e Bruno Mars, che ammiro molto perché sono tra i pochi a curarsi totalmente delle loro canzoni.”

Ogni artista sogna una collaborazione con i propri idoli: se dovessi immaginare un duetto o un featuring, chi sceglieresti?

“Beh, a livello internazionale senza dubbio i Daft Punk! Ci sono molti artisti, ma sicuramente loro meritano il primo posto! In Italia ho sempre ammirato Elisa e Marco Mengoni. (Visto che con Emma ho già avuto la possibilità di cantare).”

Come molti altri artisti, anche tu hai raccontato la tua esperienza come vittima di bullismo, una piaga che si sta diffondendo a macchia d’olio anche tramite il web. Secondo te cosa spinge le persone a voler esprimere il proprio odio verso gli altri, nascondendosi dietro un account social? Hai idea di come si potrebbe arginare questo triste fenomeno?

“Purtroppo chi nuoce ha sempre un background di sofferenze o insicurezze, motivo per il quale poi le scarica su elementi secondo lui più deboli. È un fenomeno che effettivamente si sta allargando anche al mondo dei social e spesso provoca anche danni irreversibili. Purtroppo non c’è modo di proibire ai bulli di esserlo, si tratta di informare le vittime, di rassicurarle e convincerle ad amare loro stessi per poter effettivamente parlarne con qualcuno e superare le loro difficoltà. Ho conosciuto persone che hanno addirittura fatto lo sforzo di capire i prepotenti e anche loro non sempre sono dei muri, spesso basta poco a risolvere tutto.”

Parlaci dei tuoi progetti futuri: su cosa stai lavorando e su cosa speri di lavorare prossimamente?

“Dopo aver rilasciato il breve lavoro conclusivo della mia esperienza, ovvero l’Ep, ora stiamo lavorando a dei singoli da rilasciare durante l’estate e all’album vero e proprio che uscirà in autunno! Non vedo l’ora :)”

Spazio libero: puoi concludere questa intervista raccontando qualcosa (anche un aneddoto) che non hai mai rivelato in precedenza, oppure… scegli tu!

“Sono universalmente famosa per la mia sbadataggine quindi vi racconto una delle storie che mi sono valse questa nomina. Ero in Belgio dai miei parenti in vacanza con mio fratello Anis. Era stata una vacanza tranquilla e piacevole, avevamo rivisto una parte della famiglia e ci eravamo divertiti. Arriva il momento di partire, sfrecciamo verso l’aereoporto di Charleroi perché eravamo abbastanza tirati con i tempi, mia zia mi guarda e mi fa: “Sicura che è alle tre e mezza?”. Io annuisco sicura di me. Arriviamo al check-in e chiedo con occhi dolci alla hostess se siamo ancora in tempo, il gate avrebbe chiuso in mezz’ora. Annuisce dicendo che eravamo giusto in tempo, poi guarda meglio il biglietto e dice: “Aspetta, ma questo biglietto era per ieri”. Morale della favola guardate bene le date sui biglietti o i vostri parenti vi prenderanno in giro a vita!”

Ringraziamo Shady, che di recente ha parlato del collega di talent Mike Bird.

Fonte foto: facebook.com/theshadycherkaoui/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 27-06-2017