Paola Turci parla dell’incidente: “Una cicatrice, più ne parli e più sparisce”

Perché i Green Day si chiamano così?

Era il 1993 quando un terribile incidente stravolse la vita di Paola Turci, allora 29enne: la cantante è tornata a parlarne.

Ospite della trasmissione Matrix, Paola Turci ha ripercorso il tremendo incidente sulla Salerno-Reggio Calabria che quasi 24 anni fa stava per ucciderla. Paola si salvò, ma subì gravi danni al viso, che richiesero 13 interventi (12 dei quali sull’occhio). Per anni la Turci ha cercato di nascondere le cicatrici sul suo bellissimo viso, ma con il tempo ha capito che le cicatrici si cancellano parlandone e mostrandole.

Paola Turci e l’incidente

La cantante ha partecipato al Festival di Sanremo 2017, dove si è classificata al quinto posto con il bellissimo brano Fatti bella per te, dal profondo significato. La Turci ha ricordato quel terribile momento dell’incidente:

“Andavo a 80 all’ora, poi il crash e la macchina si è accartocciata e mi è venuto tutto addosso. Stavo studiando teatro, avevo fatto anche provini con Ettore Scola. È stato un sogno che si è interrotto”. Un sogno che magari oggi può riprovare a realizzare.”

Solo il passare del tempo le ha infuso una diversa consapevolezza di sé. La Turci ha dichiarato che, da quando ha avuto quell’indimenticabile esperienza, ha giurato che mai più avrebbe detto di sè che era brutta, come invece prima pensava.

“Ora lavoro su me stessa e mostro i miei difetti in un libro per liberarmi di questa paura che avevo di mostrare la parte più fragile di me. In questi anni tutti gli occhi degli altri erano perfetti e per me era straordinaria questa normalità”.

Una grande forza, quella di Paola Turci, che si riflette anche nella sua carriera artistica.

La cantante sarà in tour a cominciare dal prossimo giugno (“Io sono”) e presenterà il suo nuovo disco. I concerti si svolgeranno nelle splendide cornici di Villa Ada a Roma e del Parco del Cavaticcio a Bologna.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 21-02-2017

Caterina Saracino

Per favore attiva Java Script[ ? ]