George Michael forse si è suicidato: parla il compagno Fadi Fawaz

Sulla morte di George Michael stanno cominciando a emergere nuovi dettagli: il compagno ha parlato di un suicidio.

George Michael, morto il giorno di Natale, potrebbe non essere morto per una patologia legata al cuore o per una involontaria overdose di eroina, come riportato dalla stampa: il compagno Fadi Fawaz ha scritto su Twitter dei messaggi, poi cancellati, che metterebbero in evidenza una verità atroce, ovvero il desiderio della popstar inglese di farla finita per sempre.

Colpa di un hacker?

Il toccante messaggio del compagno di George Michael che ha riacceso i riflettori su questa morte terribile e così prematura è stato il seguente:

“Avevo una relazione con George Michael fino a quando l’ho trovato morto nel suo letto. L’unica cosa che voleva era morire. Ha tentato diverse volte di uccidersi e finalmente ci è riuscito”.

Quello che ancora non si sa è se il profilo di Fadi sia stato hackerato oppure se il compagno della popstar abbia scritto di suo pugno quei messaggi, decidendo poi di cancellare tutto.

Se le affermazioni arrivate dal profilo di Fadi fossero autentiche, ovvero scritte da lui in persona, si traccerebbe un quadro davvero straziante della vita della popstar, che meditava il suicidio da tempo e si era addentrato sempre più nel tunnel della droga.

Indagini in corso

Al momento la polizia inglese è impegnata nelle indagini sulla morte del cantante, che aveva appena 53 anni; tra le situazioni da chiarire c’è quella di stabilire se il cantante sia morto o no per overdose di eroina; bisognerà anche accertare chi ha fornito le sostanze stupefacenti alla star.

Sembra, stando a quanto trapelato dai media, che per avere maggiori certezze su come si sono svolti i tragici fatti di quel giorno bisognerà attendere ancora alcune settimane. Intanto il mondo piange una delle star più talentuose e istrioniche del pop contemporaneo.

Foto tratta da Facebook G. Michael

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 02-01-2017