Fiorella Mannoia: migliaia di euro spariti dal suo conto bancario, ma…

Perché i Green Day si chiamano così?

Fiorella Mannoia è stata suo malgrado protagonista (o, per meglio dire, vittima) di una vicenda che ancora oggi non ha trovato soluzione.

Fiorella Mannoia ha voluto condividere con il suo quasi milione di fan su Facebook una disavventura che le è capitata qualche tempo fa e che non è stata ancora risolta. La cantante ha raccontato di aver aperto un conto in banca per effettuare degli acquisti on line della tournée, intestando il conto al suo collaboratore. La banca, di cui la Mannoia fa chiaramente il nome, ha poi segnalato delle spese che secondo loro potevano essere frutto di una clonazione della carta di credito. Nonostante la Mannoia e il suo team avessero chiesto il rimborso e presentato tutta la documentazione necessaria, la banca in questione non ha voluto risarcire i circa 7.000 euro di ammanco.

Fiorella Mannoia

Il post di accuse della Mannoia

La cantante, fidanzata con Carlo Di Francesco, ha raccontato così la delicata vicenda ai suoi fan, con il monito finale di non fidarsi mai troppo delle banche:

“Morale della favola, ci hanno risposto dopo 4 mesi di telefonate di sollecito, che non ci avrebbero rimborsato perchè secondo loro non era possibile che i truffatori fossero riusciti a impossessarsi di tutti i dati. In sostanza insinuando il sospetto che non fosse vero. Le banche dovrebbero servire a custodire i nostri soldi in maniera sicura. Forse a volte sarebbe meglio rispolverare il vecchio materasso.
Tutto questo per dirvi: state attenti.”

Di seguito il post integrale, come pubblicato dalla cantante:

Racconto un fatto capitato a me.Un anno fa apro un conto sulla banca ING DIRECT ( conto Arancio) per gli acquisti on…

Pubblicato da Fiorella Mannoia su Sabato 1 luglio 2017

Il post pubblicato dalla cantautrice ha subito fatto il giro del web, totalizzando quasi 1200 condivisioni e oltre 14.000 reazioni. L’argomento economico è sempre molto sentito, dalla gente, e quando ci sono denunce di questo tipo l’attenzione è sempre massima. Vedremo come si risolverà la delicata faccenda, che ora è di dominio pubblico.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 04-07-2017

Caterina Saracino

Per favore attiva Java Script[ ? ]