Fedez truffato dalla sua ex legale: come se n’è accorto?

La dottoressa Susanna Chiesa, che ha lavorato per anni come legale di Fedez, è stata condannata per truffa: a denunciarla è stato proprio il rapper…

Per diversi anni, Susanna Chiesa è stata il riferimento legale del rapper e giudice di X Factor Fedez. Di lei si fidava ciecamente, ma poi un altro avvocato gli ha insinuato il dubbio che la Chiesa stesse gonfiando i conti per interesse personale. Ciò che poi è venuto fuori, è addirittura che la Chiesa non era avvocato, né tanto meno praticante. Questo ha fatto scattare la denuncia da parte di Fedez, denuncia che è stata sporta due anni fa e che ora ha avuto la sua sentenza.

J Ax Fedez
Fonte foto: instagram.com/fedez/

Sette mesi di reclusione

Il tribunale di Milano ha emesso il suo verdetto: Susanna Chiesa è stata condannata per truffa ed esercizio abusivo della professione di avvocato. Adesso dovrà scontare sette mesi di carcere e versare 400 euro di multa. La donna aveva truccato le fatture in modo da poter utilizzare il denaro per pagarsi costosa biancheria intima, cene al ristorante e bollette. Ad insinuare in Fedez il dubbio della truffa era stato Cristiano Magaletti, ossia l’avvocato che ora segue il rapper. Indagando sulla dottoressa Chiesa, si è scoperto che non era né avvocato né praticante abilitata ed è scattata la denuncia da parte del giudice del talent show canoro targato Sky. La sedicente avvocatessa, per alcuni anni, aveva seguito per conto di Fedez delle pratiche legali anche di una certa importanza.

Le paure di Fedez

Per ora questa storia si è conclusa e il rapper milanese può ritenersi soddisfatto. Tra pochi mesi il fidanzato della fashion blogger Chiara Ferragni, che si è definito un “povero arricchito”, sarà tutto preso da una grande avventura: quella della paternità. In una recente intervista, il rapper ha confessato di non voler essere un padre ansioso, ma di essere già angosciato dalla distanza che lo separerà dalla Ferragni, che vive tra Italia e USA.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 01-12-2017