Britney Spears svela: “La mia vita era controllata da troppe persone”

In una accorata intervista a Yediot Ahronot, Britney Spears ha parlato dei suoi problemi psicologici legati alla fama e al controllo di molte persone.

In passato, come tutti saprete, Britney Spears ha dovuto combattere contro gravi problemi di salute a livello mentale. Come non ricordare quando si rasò a zero, prese a ombrellate l’auto dei fotografi e rischiò persino di far cadere dalle sue braccia il figlio, all’epoca molto piccolo? La Spears dovette sottoporsi a una lunga terapia per superare i suoi problemi e adesso ne parla a cuore aperto, poiché si è lasciata tutto alle spalle.

Britney Spears

Anni difficili e tanta pressione

Nell’intervista a Yediot Ahronot, Britney Spears ha ammesso:

“Penso di essermi divertita quando ero più giovane. Ero una ragazza piuttosto normale, una ragazzaccia, ma i miei vent’anni sono stati terribili, i miei trenta anni sono stati molto meglio per me, ho imparato a conoscermi meglio”.

La popstar non ha avuto problemi ad ammettere di aver subito troppe pressioni per non scontentare nessuno del suo entourage:

“Ci sono state molte decisioni che sono state prese per me e che io non ho scelto. La mia vita è stata controllata da troppe persone e questo non ti permette di essere te stesso. In quella situazione, quando non hai il controllo, diventi meno entusiasta e c’è meno passione quando fai musica.”

Quando si guarda indietro, Britney si pente di non aver preso decisioni anche da sola e di aver rischiato la sua salute mentale.

“Stavo cercando di piacere a tutti quelli che mi circondavano, perché sono fatta in quel modo. Ci sono momenti in cui mi guardo indietro e penso: ‘Che cosa cavolo stavo pensando?'”

Oggi, però, la nostra Britney è unapersona matura, capace di prendere decisioni senza lasciarsi sopraffare, una madre entusiasta e brava con i suoi figli e anche… una donna innamorata!

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 29-06-2017